Roma fine Ottocento
SKU: 0395233000
Casella Mario
62,00 €

Isbn
978881140276
Collana:
Nr. Volume
38
Formato
17x24
Nr. Pagine
VI+482
Mese Pubblicazione
Maggio
Anno Pubblicazione
1995

Dalle pagine di questo libro esce ampiamente documentata l'immagine di una città che nell'ultimo decennio dell'Ottocento si sforza di mettersi al passo con i nuovi tempi inaugurati dalla «breccia» di Porta Pia, e dove il sacro si mescola con il profano e i valori religiosi ed universali si abituano, sia pur faticosamente, a convivere con quelli politici e nazionali. Scorrendole, il lettore potrà farsi un'idea concreta delle forze politiche che alla fine del secolo si contesero il favore della cittadinanza romana (liberali delle varie gradazioni, socialisti delle diverse tendenze, repubblicani variamente ispirati, radicali, anarchici, cattolici, ed anche carbonari e massoni...), delle lotte elettorali politiche e amministrative al tempo del primo ministero Giolitti, delle origini della Camera del Lavoro e dei fermenti sociali che percorsero la città dopo la «Herum Novarum» di Leone XIIIe la nascita della «Sezione di Roma» del Partito Socialista dei Lavoratori Italiani. E troverà anche, per quel che concerne in particolare due mondi distanti tra di loro ma in qualche modo accomunati da fermi propositi di lotta allo Stato liberale, quello cattolico e quello repubblicano, analisi e valutazioni di prefetti, questori e carabinieri sulla consistenza numerica delle loro associazioni e relativa diffusione nei rioni e quartieri cittadini, nonché sulla loro pericolosità per le istituzioni al momento vigenti.

L’AUTORE
Mario Casella, Teggiano (Salerno) 1939, è professore ordinario di Storia Contemporanea pesso la facoltà di Magistero dell'Università di Lecce. In numerosi scritti apparsi in riviste, miscellanee e dizionari enciclopedici, si è occupato della lotta politica e della vita religiosa a Roma e nell'Italia centrale tra Ottocento e Novecento, del movimento operaio di fine secolo, della classe dirigente pontificia e italiana (con particolare riferimento ai prefetti), dell'associazionismo cattolico nell'Italia liberale, fascista e repubblicana. Ha tra l'altro pubblicato i seguenti volumi: Democrazia socialismo movimento operaio a Roma. 1892-1894, Roma, 1979; L'Azione Cattolica alla caduta del fascismo. Attività e progetti per il dopoguerra (1942-1945), Roma, 1984; L'Azione Cattolica all'inizio del pontificato di Pio XlI. La riforma statutaria del 1939 nel giudizio dei vescovi italiani, Roma, 1985; Cattolici e Costituente. Orientamenti e iniziative del cattolicesimo organizzato (1945-1947), Napoli, 1987; Igino Giordani. "La pace comincia da noi», Roma, 1990; 18 aprile 1948. La mobilitazione delle organizzazioni cattoliche, Galatina, 1992; L'Azione cattolica nell'Italia contemporanea (1919-1969), Roma, 1992; Cultura, politica e socialità negli scritti e nella corrispondenza di Igino Giordani (1920-1980), Napoli, 1992; Giornali cattolici e società italiana. "L'Osservatore Romane "Il Quotidiano» (1944-1950), Napoli, 1994.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Privacy Policy