NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Nove mesi sui monti Aurunci nelle mani dei Tedeschi
SKU: 0318167170
Sinigallia Tommaso
11,00 €

Isbn
9788849537345
Collana:

"La memoria narrata - sezione memorie e storia"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
5
Formato
17x24
Nr. Pagine
88
Mese Pubblicazione
Agosto
Anno Pubblicazione
2018

Dalle pagine di un diario del 1944 emerge un passato solo in apparenza lontano. Vi si racconta di sedici persone in fuga mentre la guerra vive i suoi giorni finali e più feroci, si descrive la paura di non riuscire a mettersi in salvo, il sentimento di perdita della propria casa, dei propri averi e di tutti i punti di riferimento […]. Per non lasciar sbiadire il ricordo dei terribili otto mesi vissuti sui monti Aurunci nella mani dei Tedeschi, tra l’8 settembre e il maggio 1944, subito dopo la Liberazione Tommaso Sinigallia annotò minuziosamente l’odissea sua e dei suoi quasi in presa diretta, appena gli riuscì di mettersi in salvo e dopo il ritorno a Napoli. […] Il suo scritto, di recente recuperato e ora dato alle stampe dai familiari, viene qui riproposto conservando quasi del tutto la formulazione originaria, così da restituire la spontaneità dell’annotazione diaristica, l’intensità dell’emozione provata, la forza evocativa della testimonianza. […] È un racconto che non ha né aspira ad avere il pathos delle grandi ricostruzioni
drammatiche ma è dotato della forza naturale tipica delle «piccole storie» capaci a volte di un’espressività più fruibile, adombrando una civiltà della narrazione testimoniale efficacissima per evocare esperienze che mai andrebbero dimenticate.

L'AUTORE
Tommaso Sinigallia (Napoli 1881-1945), imprenditore nel settore tessile, è stato esponente di una delle più antiche famiglie dell’ebraismo italiano legata a quella dei Del Monte e all’altra degli Ascarelli cui si deve la costruzione del primo stadio partenopeo e la fondazione del Calcio Napoli.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved