0690092000.jpg0690092000.jpg
Milena un paese siciliano sessant'anni dopo
SKU: 0690092000
Pasqualino Caterina
19,00 €

Isbn
8871042476
Collana:

"Mezzogiorno Rivisitato"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
6
Formato
14,5x22,5
Nr. Pagine
148
Mese Pubblicazione
Giugno
Anno Pubblicazione
1990
Nel 1928 l'antropologa americana Charlotte Gower Chapman, allieva di Robert Redfield, si era recata a Milocca, un villaggio dell'entroterra siciliano (provincia di Caltanissetta) per studiarne gli usi e i costumi. Il suo interesse nei confronti della Sicilia era pionieristico: l'isola, e il suo entroterra in particolare, pur compresi nei confini del mondo occidentale, si situavano in una periferia geosociale esotica e difficilmente accessibile. Esattamente sessant'anni dopo, nel 1988, Caterina Pasqualino si reca a Milocca, nel frattempo divenuta Milena, per studiarne i cambiamenti e le persistenze nel modo di vita degli abitanti, dagli anni trenta ad oggi. Il divario culturale tra l'autrice, che è siciliana, e i milenesi è minore di quanto non fosse tra la Chapman e questi ultimi nel 1928. La Pasqualino, però, segue molto da vicino il tracciato di ricerca della Chapman e riesce a mettere in evidenza le differenze notevoli intercorse negli ultimi sessant'anni. Pur criticando alcuni aspetti dell'opera della Chapman, la «rivisitazione» di Milena ad opera della Pasqualino, non solo recupera i temi principali dell'opera originale, ma va al di là di questa, nell'intento di rispondere ad alcune domande cruciali per la comprensione dello stato presente delle comunità minori del Mezzogiorno. In che modo, e fino a che punto, l'allargarsi delle amicizie, dei legami politici e delle opportunità di lavoro dei milenesi (e degli abitanti di centinaia di paesi del Mezzogiorno) con l'esterno hanno contribuito a modificare la mentalità degli abitanti e l'economia del paese? In che modo e fino a che punto l'emigrazione ha scosso l'equilibrio del paese, e cosa è cambiato nelle relazioni tra gli abitanti di Milena (o di altri paesi) e i suoi emigranti nel corso degli anni? L'accentrarsi del paese, originariamente formato da borghi disseminati su una vasta area, ha contribuito a modificare le abitudini degli abitanti, la loro visione del territorio e la dinamica degli incontri? Queste, e simili domande vanno poste e una risposta adeguata, esemplificata in questo volume, va ricercata se si vuol capire questa istituzione centrale del Mezzogiorno che è il paese.

L'AUTORE

Caterina Pasqualino
, nata a Palermo nel 1964, si è laureata in antropologia all'Università di Palermo nel 1987. Questo lavoro è un approfondimento della sua tesi di laurea. Dal 1987 studia all'Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales di Parigi, dedicandosi in particolare alla ricerca sul Carnevale Basco. Interessata al cinema antropologico, ha girato un film sulla festa di Carnevale di un paese della Navarra (Lanz).
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Privacy Policy