0398306000.jpg0398306000.jpg
Il Porto di Livorno e la Toscana (1676-1814). (3 vol)
SKU: 0398306000
Filippini Jean Pierre
160,00 €

Isbn
888114445X
Collana:

"Nuove Ricerche di Storia"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
18
Formato
17x24
Nr. Pagine
280+428+580
Mese Pubblicazione
Settembre
Anno Pubblicazione
1988
Scritto dopo lunghe ricerche negli archivi toscani (Firenze, Livorno, Pisa) e parigini, l'opera evidenzia quattro elementi essenziali della storia livornese fra XVII e XIX secolo: il porto, gli uomini d'affari, la nazione ebrea e l'integrazione di Livorno e della Toscana nell'impero francese. Attraverso questi temi di indagine vengono analizzate da un lato le basi e le caratteristiche della prosperità livornese, dall'altro i motivi strutturali e profondi della sua fragilità emersa, in modo particolare, durante la Reggenza lorenese. Tuttavia, malgrado le vicissitudini e le alterne congiunture economiche e politiche, Livorno rimane in questo periodo un grande porto del Mediterraneo, svolgendo un ruolo di notevole importanza nei rapporti mercantili tra l'Europa, l'Africa del Nord, il Levante. Questa posizione strategica e di successo fu dovuta in larga misura ai negozianti, un ceto in grado di operare in una situazione di reali privilegi spesso solennemente codificati e rispettati (la Livornina, l'editto dello "stallaggio" ecc.). In primo piano, naturalmente, vi furono i negozianti ebrei, con la loro grande comunità e con in legami commerciali e familiari che tanta parte ebbero nella vicende e nello sviluppo del porto. Città per certi versi unica nel panorama toscano, Livorno deriva talune delle caratteristiche peculiari proprio dalla condizione di "Porto franco", luogo di incontro di traffici, uomini, merci, culture, religioni, in una continua proiezione fra Europa e Mediterraneo.

L'AUTORE

Jean Pierre Filippini, nato ad Algeri (1935), ha studiato presso la locale Facoltà di Lettere, alla Sorbona e all'École Pratique del Hautes Études (VI section). Dopo aver dedicato le sue prime ricerche agli effetti della guerra di Successione austriaca sull'economj4 delle provincie meridionali della Francia, si è occupato per più di venti anni della storia di Livornò, mettendone soprattutto in rilievo gli aspetti economici e sociali nel lungo periòdo. Dopo avere insegnato per quasi un quarto di secolo alla Sorbona, è attualmente professore ordinario di Storia moderna e contemporanea all'Università della Haute Alsace.
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Privacy Policy