NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
1491023000.jpg1491023000.jpg
Dal divertimento dei nobili alla propaganda - Storia del jazz in Russia
SKU: 1491023000
Wiernicki Krzysztof
31,90 €

Isbn
8871043456
Collana:

"La musica e la danza"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
4
Formato
14,5x22,5
Nr. Pagine
312
Mese Pubblicazione
Giugno
Anno Pubblicazione
1991
La storia del jazz in Russia è incredibilmente intricata e a volte assume i connotati di una vera e propria tragicommedia a metà fra il semplice scherzo e la minaccia di morte. Quando alla vigilia della prima guerra mondiale arriva dagli USA il primo ragtime, per i russi è soltanto un semplice gioco di società . I ritmi « americani » verranno poi commercializzati con l'arrivo del disco e saranno persino complici di un evento drammatico: l'uccisione del misterioso monaco Rasputin. Subito dopo la Rivoluzione d'Ottobre fioriscono in Russia numerose jazz band che fanno discutere sulle origini proletarie del jazz. C'è chi insinua che esso altro non è che volgare espressione della decadenza occidentale. Di straordinario interesse è la querelle tra la « Pravda » e le «Isvest'ja » che ha come tema l'utilità del jazz per una società socialista. Il libro traccia una storia del jazz in Russia strettamente connessa a quella degli eventi politici e del costume. Illustri musicisti jazz, esponenti della musica leggera, grandi compositori comem Shostakovich, Stravinskij, Gershwin sono i protagonisti di questa straordinaria avventura del jazz in trasferta.

L'AUTORE

Krzysztof Wiernicki (Polonia 1947) vive e lavora a Roma dove insegna lingua russa alla 2ª Università degli Studi Tor Vergata. Collabora con la RAI da vari anni al programma «Radiouno jazz» nell'ambito del quale si occupa della storia del jazz in Europa e regolarmente con la radio Rias di Berlino e la ORF di Vienna. È autore di diversi articoli dedicati alla storia del jazz sulla rivista « Blu Jazz ». Grazie ai suoi studi tra Varsavia, Leningrado, Berlino e Roma si muove liberamente nell'ambito linguistico e musicale di queste quattro aree culturali.
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved