NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
1091095000.jpg1091095000.jpg
Istituzioni e solidarietà nella prevenzione della tossicodipendenza
SKU: 1091095000
Corsale Massimo - Russo Dario
24,00 €

Isbn
8871043049
Collana:

"Organizzazione Servizi Territorio CNR"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
3
Formato
15x22
Nr. Pagine
188
Mese Pubblicazione
Febbraio
Anno Pubblicazione
1991
Alla vigilia immediata dell'inizio della campagna politica che ha portato alla nuova legislazione sulla droga (D.P.R. n. 309, 9 ottobre 1990) a Nocera Inferiore ebbe luogo un incontro tra operatori culturali e scolastici locali, esponenti delle istituzioni politiche regionali e dell'amministrazione scolastica centrale, nonchè figure di primo piano, a livello nazionale, nella lotta che, a livello di società civile, si va conducendo contro la droga. Gli organizzatori erano interessati a interrogare gli invitati su strategie e tecniche per raccordare meglio l scuola con le altre istituzioni che offrono servizi sul territorio: insomma a far sì che l'integrazione nel sistema dei servizi raggiungesse un livello accettabile, con conseguente efficacia, anche in un'area della provincia meridionale che si presenta economicamente, culturalmente e urbanisticamente degradata, e quindi interessata da massicci fenomeni di marginalità sociale. L'obiettivo iniziale di questa ricerca è stato però di fatto aggirato e il dibattito si è spostato sulla prevenzione, e in particolare sul ruolo della solidarietà in funzione di questa: con una suggestiva anticipazione di quello che sarebbe accaduto nei due anni immediatamente successivi. Anzichè sull'integrazione dei servizi, la ricerca ha finito per avere ad oggetto il ruolo della solidarietà tra contesti emotivamente significativi (famiglia, comunità , gruppo amicale, ecc.), istituzioni pubbliche (scuola, servizi sanitari e sociali, ecc.) e società aperta. Con tutte le determinazioni che questo discorso può ricevere avendo come retroterra un'area di sottosviluppo.

I CURATORI

Massimo Corsale, sociologo del diritto nell'Università di Salerno e primo direttore dell'Iross. Lavora da molti anni su tematiche riguardanti il pluralismo (giuridico e culturale), il Welfare e i « diritti sociali», l'emarginazione e le forme della devianza sociale. Tra i suoi lavori Un autobus per utopia (Roma, 1975), Certezza del diritto e crisi di legittimità (Milano, 1979), Regole e socializzazione (vol. coll., Torino, 1983), Partecipazione e Istituzioni in Italia (Milano, 1985). Dario Russo, funzionario della Regione Campania, responsabile del Centro di Servizi Culturali di Nocera Inferiore (Salerno).
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved