2301006000.jpg2301006000.jpg
La corrispondenza epistolare di Federico Amodeo. Catalogo ragionato con regesti degli scritti
SKU: 2301006000
Palladino Franco
35,00 €
Prodotto disponibile da: 31-12-9999
Esaurito Avvisami!

Isbn
8849502036
Collana:

"Univ.degli Studi di Salerno Pubblicazioni - Sezione Studi Scienze naturali, fisiche, matematiche e tecnologiche"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
5
Formato
17x24
Nr. Pagine
272
Mese Pubblicazione
Maggio
Anno Pubblicazione
2000
Con ammirevole operosità Federico Amodeo (1859-1946), matematico e storico delle matematiche, compose circa 150 pubblicazioni (tra cui i testi di geometria proiettiva, per l'università , e quelli di storia, il più importante dei quali è Vita Matematica Napoletana) e ebbe quasi, come risulta dagli elenchi qui presentati, 250 corrispondenti scientifici (distribuiti in Italia e nel mondo, comprese le Americhe: Stati Uniti e Argentina) per una somma di circa 1.300 scritti scambiati. Ogni scritto elencato è accompagnato, in questo volume, da un regesto. Tra gli interlocutori italiani di Amodeo vanno ricordati: C. Segre, G. Casteinuovo, G. Veronese, E. Pascal, A. Sannia, P. Del Pezzo, L. Cremona, R. Marcolongo, A. Capelli, E. Cesà ro. Tra gli stranieri si annotano, oltre ai "matematici puri" H. Burkhardt, F. Klein, A. Hurwitz, K. Kùpper, studiosi più propriamente dediti alla storia delle matematiche, quali M. Cantor, G. Enestròm, H.G. Zeuthen. Non mancano i filosofi, come Benedetto Croce e Giovanni Gentile, e le donne interessate alla matematica (l'inglese Frances Hardcastle, attiva in geometria algebrica) e alla storia di questa disciplina (Maria Da Villa che effettua ricerche in storia della prospettiva). Ma tanti altri fatti curiosi o inaspettati emergono dalla corrispondenza epistolare di Amodeo: per esempio, la lettera "ufficiale" dell'Unione Matematica Tedesca (D.M. V), a firma Staude, spedita nel settembre del 1914 (nel periodo di neutralità dell'Italia), riguardante le responsabilità dello scoppio della prima guerra mondiale, e l'attenzione di Croce verso la storia della matematica.

L'AUTORE

Franco Palladino
è docente di Storia delle Matematiche presso l'Università di Salerno. I suoi interessi scientifici concernono sostanzialmente tre linee di ricerca, spesso interagenti: a) studio storico-critico dell'Ars Analitica tra la fine del XVI secolo e il XIX; b) rilievo, classificazione e studio dei contenuti teorici di modelli e strumenti matematici ideati tra il XIX secolo e gli inizi del XX; c) studio e pubblicazione, con apparato critico-erudito, della corrispondenza epistolare di matematici, italiani e stranieri, vissuti tra il XVII secolo e il XX. Tra le sue opere si ricordano: Metodi matematici e ordine politico (Napoli 1999), Celestino Galiani-Grandi. Carteggio (1714- 1729) (Firenze 1989), curato con L. Simonutti, e alcuni volumi sulle Raccolte Museali Italiane di Modelli per l'Insegnamento della Matematiche Superiori.
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Privacy Policy