NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

Si comunica che i nostri uffici resteranno chiusi
dal 1 agosto 2019 al 30 agosto 2019

Tutti gli ordini effettuati in quel periodo saranno evasi a partire dal 2 settembre 2019

0113072130.jpg0113072130
Viaggio, scrittura e senso nell'opera di Charles de Brosses
SKU: 0113072130
Pellegrino Rosario
24,00 €

Isbn
9788849526653
Collana:
Nr. Volume
19
Formato
15x22
Nr. Pagine
196
Mese Pubblicazione
Settembre
Anno Pubblicazione
2013

Cosa spinge alla narrazione di un viaggio? Cosa accomuna intimamente il viaggiatore al memorialista? La convinzione, comune a entrambi, d’essere nella condizione di comunicare un’esperienza diversa e necessaria all’altrui conoscenza. Si tratti di evento partecipativo o di circostanze che richiedono una presenza puramente passiva, viaggiatori e memorialisti sono convinti portatori di un unicum al quale intendono attribuire il privilegio di una trasposizione letteraria. Il resoconto di viaggio è motivato anche dalla novità. Non quella intrinseca, rivoluzionaria, generale; si tratta della novità culturale e personale del protagonista del viaggio. La forza magico-poetica della parola seduce il viaggiatore al punto che la scrittura produce l’illusione della parola resuscitata. È questo il caso di Charles de Brosses, che crede nel viaggio. E il suo viaggio interiore coincide con quello nel mondo, l’itinerario del desiderio si scava e si amplia in quello reale, secondo un processo poetico-fisiologico tipico suo che, analogamente ad altri viaggiatori dell’epoca, insegue un suo ideale in un’evasione che non prescinde dalla realtà, ma tende a penetrarla, a comprenderla.

L’AUTORE
Rosario Pellegrino è ricercatore di Lingua e traduzione francese presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università degli Studi di Salerno. I suoi interessi scientifici spaziano dalla didattica del FLE (Français Langue Étrangère) alla Grammatica transizionale in rapporto all’interlingua. È autore di studi specifici sulle TICE per l’apprendimento/insegnamento del francese, sulla variazione dei registri linguistici, sugli aspetti linguistici in chiave psicoanalitica. Ha approfondito lo studio della grammatica in rapporto alle nuove tecnologie. È autore di tre monografie “La PNL: alcune applicazioni didattiche per l’insegnamento/apprendimento delle lingue straniere”; “L’apprendimento della lingua francese basato sull’oralità e le tâches”; “FLE e grammatica: un mosaico di microsistemi a confronto”.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved