0102568000.jpg0102568000.jpg
La scrittura e l'immaginario in Alfred Doblin
SKU: 0102568000
Capano Lucia Perrone
18,00 €

Isbn
8849503407
Collana:

"Letterature Straniere"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
8
Formato
13x21
Nr. Pagine
144
Mese Pubblicazione
Marzo
Anno Pubblicazione
2002
L'opera narrativa e saggistica dello scrittore ebreo tedesco Alfred Döblin si presenta come una continua tessitura di sensi, in cui si irradiano e si intrecciano i significanti di altre segnature. Sulla scorta in particolare di alcuni racconti esemplari e del romanzo Berlin Alexanderplatz, laddove più si sente l'eco delle voci della Sacra Scrittura, questo studio segue il movimento del linguaggio e l'incessante lavoro di immaginazione linguistica che attraversano la scrittura döbliniana, intesa come universo aperto, in perenne espansione e proliferazione. In questa visione estetica, che risente non in ultimo delle metafore di Nietzsche, la modernità ha abbandonato la terra ferma per prendere il largo ed esporsi al rischio del naufragio.

L'AUTORE

Lucia Perrone Capano insegna Letteratura tedesca nella Facoltà di Lingue e Letterature straniere dell'Università di Salerno. Si occupa di poetologia classico-romantica, sulla quale ha pubblicato, tra l'altro, Alle origini dell'allegoria moderna. Testi narrativi di Jean Paul, Novalis e Goethe, Napoli 1993; di narrativa tedesca dell'Ottocento e del Novecento e delle forme di interculturalità nella letteratura tedesca contemporanea.
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Privacy Policy