Frammenti ricomposti
SKU: 0116107160
Rosati Emilia
10,00 €

Isbn
9788849532128
Collana:
"La memoria narrata"
Vai alla collana >>>
Nr. Volume
3
Formato
13,5x21,5
Nr. Pagine
136
Mese Pubblicazione
Ottobre
Anno Pubblicazione
2016

«Che cosa significa una madre, e che cosa un fratello? Sono tutte uguali le madri? E i fratelli?». Questa è la domanda paradossale che Emilia è costretta a farsi, come tanti altri figli adottivi, ignari dei propri genitori naturali, in bilico tra l’affetto filiale per i genitori adottivi ed il desiderio di potersi raccontare per intero la storia della propria vita, che ha significati molto più profondi di quelli meramente biologici. Parte, si ferma, riparte, s’arresta: da quando, improvvisamente, ha scoperto il segreto della sua famiglia, inizia a prendere confidenza con la parte oscura di se stessa, con il disagio che l’accompagna da sempre, con la propria personale fatica di vivere. Sentimenti universali che, qui, vengono catalizzati da una sola parola, abbandono, e resi intensi, prepotenti, invasivi. Ma Emilia è decisa a non farsi sopraffare e ad arrivare alla conoscenza di tutto ciò che non le è mai stato detto, pur essendosi profondamente incarnato nel suo corpo. Inizia quindi il suo viaggio nella memoria, di cui non nasconde i dubbi, le difficoltà e le esperienze – limite, nella speranza di ricomporsi, incollando i propri pezzi. Proprio su questa strada così profondamente intima, per la prima volta sperimenta concretamente il valore di un’azione collettiva, che, nel liberare se stessa, renda liberi tutti quelli nella medesima condizione. Ma niente sarebbe stato possibile senza l’incontro profondo con l’altra parte di sé e la riscoperta morale di due donne, due madri, mentre continua, come basso di fondo, il dialogo bruscamente interrotto con il padre Marco, figura chiave della sua vita.

L’AUTORE
Emilia Rosati, nata a Napoli nel 1952, laureata in filosofia e specializzata in counseling famigliare, negli ultimi dieci anni ha rivolto una particolare attenzione alle problematiche adottive, essendo lei stessa una figlia adottiva e, dunque, avvertendo quella che il rimpianto analista Aldo Carotenuto indicava come «la spina nel fianco». Dopo aver redatto e contribuito a numerosi articoli sul tema dell’adozione e della ricerca delle origini, ha coniugato il proprio amore per la scrittura all’esigenza personale di raccontarsi in un romanzo autobiografico, che rappresentasse anche le migliaia di vite sospese, come la sua, nell’attesa della verità. È autrice di Il parto anonimo – profili giuridici e psicosociali dopo la declaratoria di incostituzionalità – con Stefania Stefanelli e Anna Arecchia (Artetetra edizioni, Capua 2015)

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Privacy Policy