NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
0195360000.jpg0195360000.jpg
Polvere di smeriglio
SKU: 0195360000
Correale Giulio
8,50 €

Isbn
8871049950
Collana:

"Il Minotauro"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
21
Formato
13x21
Nr. Pagine
116
Mese Pubblicazione
Giugno
Anno Pubblicazione
1995
Il sentimento che ricompone ad unità questa raccolta proviene, sia quanto a ciascuna lirica, sia quanto all'intero, da ispirazioni lontane che, ove se ne voglia operare un riscontro in campo musicale, approda a Stravinskij de «La Sagra della primavera» e di "Persèphone": la natura, le cose che ne fanno parte contengono l'essenza della bellezza e l'arte - nel caso nostro, la poesia - la scopre e rende ancora più affascinante, svelando al lettore (o, nel caso della musica, all'ascoltatore) ciò che l'occhio e l'orecchio umano non percepiscono da soli. La parola, nella concezione dell'autore, deve limitarsi a smerigliare la bellezza delle cose, onde le liriche sono " polvere di smeriglio". E in questa mediazione del poeta tra due parti: da un lato, la natura e le cose che manifestano la sua bellezza e, dall'altro, il lettore e l'ascoltatore si spiega l'interdisciplinarità (se così si può dire) degli interessi dell'autore che, anche quando compone versi, continua la sua opera di interprete. Come da giurista opera inter partes (onde la sua figura di interprete, secondo il significato semantico del termine) fra l'utente del diritto (o l'apprendista studente) ed il testo normativo od il giudice, così egli continua tale attività intermediatrice fra la bellezza (del sorriso) dell'arte che appare dalle cose ed il lettore, invitandolo, con il suo 'dire', a partecipare al godimento proveniente da tale magica contemplazione. Ma non è questa, sola, la chiave di lettura dell'ispirazione che muove questa raccolta: essa, nella sua variegatezza e molteplicità di forme e di fonti, è svelata, con partecipata analicità , nella prefazione di G. Savarese, come potrà agevolmente rendersi conto il lettore.

L'AUTORE

Giulio Correale (Nocera Inferiore 1932) vive a Roma, ove esercita la professione forense. È stato magistrato ordinario e consigliere della Corte dei Conti. È professore ordinario di materie giuridiche nell'Università di Roma «La Sapienza» e autore di monografie e saggi di diritto pubblico. Ha pubblicato nel 1991 Stelle cadute insignito del Premio della cultura dalla Presidenza del Consiglio dei ministri.
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved