NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
0183084000.jpg0183084000.jpg
«Mary Barton» - Il romanzo della denuncia
SKU: 0183084000
Ingenito Michele
11,70 €
Esaurito Avvisami!

Collana:

"Univ.degli Studi di Salerno Pubblicazioni - Sezione Studi di Filologia, Letteratura, Arte, Storia e Archeologia del mondo classico"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
6
Formato
17x24
Nr. Pagine
160
Mese Pubblicazione
Giugno
Anno Pubblicazione
1983
Mary Barton è il romanzo pubblicato da Elizabeth Cleghorn Gaskell nel 1848, un anno particolarmente significativo della storia inglese. È l'anno, infatti, in cui si spegne tragicamente il movimento cartista in Inghilterra, un fenomeno popolare troppo rapidamente esploso e altrettanto rapidamente esauritosi. Questo primo romanzo della Gaskell ha il merito di sviluppare con raro coraggio una problematica di vaste proporzioni sociali. Per le sue profonde implicazioni politiche, economiche, religiose, culturali e linguistiche, l'opera si segnala subito all'attenzione della critica e della opinione pubblica. L'angolazione critica dalla quale l'autrice tratta il problema nascente della lotta della classe operaia la espone a grossi rischi, data la collocazione sociale a cui ella appartiene. La sua concezione cristiana dell'esistenza, profondamente radicata, accompagna fino alla fine una vicenda che, nella sua esibizione tematica e problematica, risponde abbastanza rigorosamente al clich narrativo inglese del primo '800. Nonostante tutto, però, Mary Barton resta un'opera fortemente critica del sistema, financo coraggiosa, a tratti addirittura rivoluzionaria. Per l'immediatezza della denuncia e per il vigore del linguaggio, le critiche al lavoro in fabbrica, allo sfruttamento operaio, alle malattie sociali, al conflitto di classe, all'assassinio 'sociale' conferiscono dignità morale al problema della lotta di classe e ribadiscono, nello stesso tempo, l'importanza della funzione storica e di testimonianza del romanzo come genere letterario.

L'AUTORE

Michele Ingenito, laureato in Lingua e Letteratura Inglese presso l'I.U.O. di Napoli, è professore incaricato di Lingua Inglese nell'Università di Salerno. Pur privilegiando gli studi storico-letterari, verso i quali è prevalentemente orientata la sua ricerca, ha esteso verso altri ambiti i suoi interessi scientifici. Ha pubblicato di recente un saggio su Milton (Per una rilettura di John Milton, in Studi di letteratura e di linguistica, E.S.L, Napoli, 1982). È autore di numerosi articoli. Si è dedicato, inoltre, alla realizzazione di un modello di Microlingua specialistica (Looking for Content, Liguori, Napoli, 1982).
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved