«Scena onirica» e «radialità dell'immaginario» nell'opera di Ugo Piscopo
SKU: 0120157190
di Lieto Carlo
38,00 €

Isbn
9788849541014
Formato
17x24
Nr. Pagine
336
Mese Pubblicazione
Giugno
Anno Pubblicazione
2020

Ugo Piscopo, scrittore dalle vaste latitudini, dove ciò che è vivo del passato si rivela a noi contemporaneo, mentre allude a moduli del futuro, riesce a coniugare l’empito emozionale della sua raffinata poesia con la trasversalità dei linguaggi del teatro, della narrativa, della saggistica e del giornalismo e a intendere il sapere come un fenomeno osmotico di vasi comunicanti. La radialità pluridisciplinare della sua cultura ha uno snodo di eccezionale rilevanza, in questa monografia di Carlo Di Lieto, la cui indagine è condotta attraverso l’esegesi psicoanalitica, sia sul versante della «scena onirica» sia su quello dell’immaginario.

L'AUTORE
Carlo Di Lieto, docente di Letteratura italiana all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, collabora con varie riviste ed è autore di molte pubblicazioni inerenti al rapporto letteratura-psicoanalisi. Ha vinto numerosi premi, tra cui il «Premio Casentino» 2019 per la Saggistica, Presidente Silvio Ramat. Tra i suoi libri più recenti: L’«io diviso» La letteratura e il piacere dell’analisi, Venezia, 2017. Corrado Calabrò e «la materia dei sogni», Milano, 2018. Letteratura, follia e nonvita. In principio era l’Es, Torino, 2018.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Privacy Policy