0112232120.jpg0112232120.jpg
Il viaggio a Napoli tra letteratura e arti
SKU: 0112232120
Sabbatino Pasquale

90,00 €

Isbn
9788849525526
Collana:

"Viaggio d' Europa - Culture e Letterature"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
20
Formato
17x24
17x24
Nr. Pagine
712
Mese Pubblicazione
Ottobre
Anno Pubblicazione
2012
DESCRIZIONE
La ricerca sul viaggio a Napoli, feconda di sviluppi nei diversi ambiti disciplinari, approda alla costruzione e sistemazione dell’atlante storico_critico delle immagini della città. Si va dal Trecento, quando soggiornano Cino da Pistoia, Petrarca e Boccaccio, al Cinquecento, quando la città gentile e a misura d’uomo si trasforma in metropoli a causa del processo di inurbamento e dopo il Concilio di Trento cresce il filone delle descrizioni di Napoli Sacra, dal Seicento e Settecento, quando si afferma come meta ambita del Grand Tour in Europa e vengono prodotte guide vere e proprie che per la ricchezza crescente di illustrazioni diventano libri da vedere, al secondo Ottocento, quando esplodono i mali della camorra, della corruzione politica, delle pessime condizioni igienico_sanitarie e la questione napoletana si affaccia sulla scena nazionale. Dalla perdita del ruolo di antica capitale e lungo l’intero Novecento le immagini di Napoli, disegnate da viaggiatori italiani e stranieri e da esploratori indigeni, si moltiplicano e si differenziano, al punto che si può redigere e aggiornare il repertorio raggruppando gli scrittori da Francesco Mastriani ai nipotini di Raffaele La Capria per grandi categorie. L’indagine sui viaggiatori stranieri, sulle motivazioni che spingono a visitare la città e soggiornarvi e sulla diversa percezione che di Napoli si ha nel corso dei secoli arricchisce il dizionario degli autori. Si va dal Cinque_Seicento con Thomas Hoby, William Thomas, Andrew Borde, Fynes Moryson, Ben Jonson, l’umanista e precettore Steven Pigge, al Settecento con Friedrich Münter, Johann Heinrich Bartels e Johann Wolfgang von Goethe, e all’Otto_Novecento con Percy Bysshe Shelley, Charles Dickens, Oscar Wilde e Jean Paul Sartre fino alle immagini stereotipe di Elizabeth Gilbert. La nostra ricerca, che offre al lettore un caleidoscopio di mutevoli punti di vista sulla città e sulle sue trasformazioni, ha la piena consapevolezza di contribuire in modo sostanziale ad approfondire la conoscenza e a consolidare la memoria delle risorse del nostro territorio; inoltre ambisce proporsi alle istituzioni politiche come strumento per valorizzare il patrimonio storico_artistico e letterario e favorire lo sviluppo culturale ed economico. La passione civile, infine, è il cuore del progetto e della realizzazione. Vecchi e nuovi stereotipi e pregiudizi esterni ed interni vengono continuamente sottolineati, ma per esorcizzarli e superarli.
(dall’Introduzione di Pasquale Sabbatino)

IL CURATORE
Pasquale Sabbatino è professore ordinario di Letteratura italiana nell’Università degli Studi di Napoli Federico II. Dirige collane editoriali e i periodici «Studi Rinascimentali», «Letteratura & Arte», «Rivista di letteratura teatrale», collabora con alcune testate giornalistiche ed è stato visiting professor nel Nord_ America. Tra i suoi contributi recenti: La bellezza di Elena. L’imitazione nella letteratura e nelle arti figurative del Rinascimento (Olschki, 1997 e 2001); A l’infinito m’ergo. Giordano Bruno e il volo del moderno Ulisse (Olschki, 2004); Le città indistricabili. Nel ventre di Napoli da Villari ai De Filippo (Edizioni Scientifiche Italiane, 2007).
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.