0192291000.jpg0192291000.jpg
Scritture anamorfotiche
SKU: 0192291000
Rufini Sergio
18,59 €
Prodotto disponibile da: 31-12-9999
Esaurito Avvisami!

Isbn
8871046315
Collana:

"Univ.degli Studi di Perugia - Dip.Scienze linguistiche e filologico-letterarie dell'area Anglo-Germanica"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
4
Formato
17x24
Nr. Pagine
242
Mese Pubblicazione
Giugno
Anno Pubblicazione
1992
Si radunano qui alcuni scritti, in parte mai pubblicati, riguardanti tre notevolissimi scrittori inglesi del primo Seicento: Shakespeare, Donne, Herbert. Il filo che dovrebbe tenerli insieme è l' "anamorfosi": quell'estrema (autorilevatoria) perversione dell'illusionismo prospettico in pittura con la quale Jurgis Baltruaitis e Jaques Lancan ci hanno tanto seducentemente rifamiliarizzato. La sua similarità con il culto per la doppiezza verbale, così tipico del concettismo europeo, del wit "metafisico" in particolare, è stata via via messa in risalto in sede critica. Ma di regola si è caduti nella "trappola" sintetico-conciliatoria che il pun e l'anamorfosi, come magicamente, ci prospettano, passando così in second'ordine lo straniamento, la radicale sospensione del senso che entrambi i fenomeni, nei rispettivi ambiti mediali, comportano: per via del loro stesso farsi sfacendosi, in un perpetuo, ad ogni istante reversibile, andirivieni. Proprio su questo si concentra l'ampia sezione introduttiva, prendendo a pretesto una stupefacente sequenza meta-anamorfica del Richard II

L'AUTORE

Sergio Rufini
è docente di Lingua e Letteratura Inglese presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Perugia. Si è occupato della narrativa di Henry James, del quale ha curato e tradotto il romanzo breve In gabbia (Milano, Il Saggiatore, 1981), e dei poeti inglesi del primo conflitto mondiale, curando tra l'altro la traduzione completa delle poesie di guerra di Wilfred Owen (Torino, Einaudi, 1985). I suoi studi sono stati però, da sempre, sopratutto rivolti al Seicento, con particolare riguardo ai "poeti metafisici" (Donne, Herbert, Marvell) e a Shakespeare, del quale ha tradotto testi per la scena. Il suo Shakespeare via Dryden (Perugia, Guerra, 1988) affronta il problema del rifacimento attraverso quello drydeniano del Troilus and Cressida .
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Privacy Policy