• +39 081 7645443
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricerca Avanzata Ricerca Avanzata
0197447000.jpg0197447000.jpg

La contessa e i contadini. studio su Caterina Percoto

SKU: 0197447000
Autore:
Scappaticci Tommaso
Collana:

"Letteratura Italiana"
Vai alla collana >>>

Array
27,00 €
48h.png

PDFStampaEmail
Testimonianza di una realtà geografico-sociale in gran parte medita, i racconti di Caterina Percoto sono visti in relazione agli orientamenti della narrativa rusticale e al programma borghese-moderato di un controllo dei ceti rurali. L'intento di chiarire il ruolo svolto dalla scrittrice friulana nella storia letteraria dell'Ottocento si congiunge alla revisione dell'immagine tradizionale della «contessa-contadina», interprete dell'animo popolare e modello di intellettuale impegnato in campo etico-sociale. Nella sua variegata produzione in lingua e in dialetto convivono mitizzazione e impegno documentario, strategie ideologiche e partecipazione accorata ai drammi degli umili, in una prospettiva di realismo regionalistico denso di intenti didattici e di risvolti idillico-sentimentali.

L'AUTORE

Tommaso Scappaticci è docente di Letteratura italiana presso la Facoltà di Lettere e filosofia dell'Università di Cassino. Ha pubblicato: Un intellettuale dell'Ottocento romantico: F.D. Guerrazzi (1978), Il Duecento (1980), Il carcere nei canti popolari (1980), Ideologia e arte in Carlo Bini (1985), Emilio Praga tra impegno e intimismo (1986), Il romanzo d'appendice ela critica (1990), Tra orrore gotico e impegno sociale. La narrativa di Francesco Mastriani (1992), Introduzione a Serao (1995), Lo scrittore emarginato (1995). Collabora a «Problemi», «Ariel», «Campi immaginabili». Ha curato i volumi degli Studi in onore di Antonio Piromalli (1993-'94).
Isbn
8881145065
Nr. Volume
15
Formato
13x21
Nr. Pagine
212
Mese Pubblicazione
Settembre
Anno Pubblicazione
1997