NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
John Ruskin
SKU: 0583031000
Di Stefano Roberto
31,00 €

Collana:
Nr. Volume
10
Formato
13x21
Nr. Pagine
240
Mese Pubblicazione
Aprile
Anno Pubblicazione
1969

Nel saggio che si presenta viene svolta una circostanziata analisi della personalità e delle opere di John Ruskin (1819-1900), collocandole nel quadro della nascente società industriale inglese e nell'ambiente culturale dell'età vittoriana. Il pensiero ruskiniano viene verificato e confrontato, da vari punti di vista, con quello delle menti più impegnate nella realtà presente. Lo studio volge verso l'esame critico dei contributi forniti, da Eugène Viollet-Le-Duc e da Ruskin stesso, alla formulazione delle teorie della conservazione e del restauro dei monumenti. In tal modo è possibile constatare che le affermazioni dei principi enunziati da Ruskin e, più di tutto, le motivazioni culturali che sostengono la sua teoria, costituiscono preziose anticipazioni acquisite dalla critica moderna. L'estensione del concetto di monumento dall'edificio singolo all'insieme storico-artistico ed all'ambiente urbano dei centri antichi; il bisogno di conservare tali beni culturali in quanto elementi vitali per l'uomo della società tecnologica; l'individuazione dei caratteri alienanti delle città; l'esigenza di garantire la sopravvivenza dei monumenti attraverso la manutenzione costante, senza distruggerne nè la stratificazione storica nè la patina del tempo; tutte queste, ed altre ancora, sono originali e chiare proposizioni di John Ruskin che fanno di lui il vero fondatore della moderna teoria del restauro. Il saggio è completato ed integrato da una antologia di passi scelti dalle sue numerose opere e da una ricca bibliografia.

L’AUTORE

Roberto Di Stefano, professore ordinario di restauro dei monumenti nella Facoltà di Architettura dell'Università di Napoli e professore straordinario onorario della Facoltà di Architettura e Urbanistica dell'Università di Buenos Aires, è direttore della Scuola di Perfezionamento in Restauro dei monumenti dell'Università di Napoli. In tale qualità, ha diretto e coordinato ricerche e studi interdisciplinari, tra cui l'Inventario del patrimonio architettonico dei Centri storici della Campania (in corso) e dei danni da esso subiti per il sisma (1980), nonché gli Indirizzi per il restauro del Centro storico di Napoli (1982). E vice presidente dell'lnternational Council on Monuments and Sites (ICOMOS). Dirige la rivista" Restauro" (quaderni di restauro dei monumenti e di urbanistica dei centri antichi) ed è autore di numerose pubblicazioni, tra le quali: "L. Vanvitelli: ingegnere e restauratore" (1973); "La Cattedrale di Napoli ", (1974); "Il recupero dei valori" (1979); "La Cupola di S. Pietro ", (2" edizione 1980); "La Certosa di San Giacomo a Capri" (1982). Ha progettato e diretto lavori di restauro in Italia (Cattedrale di Napoli; la sistemazione dell'area esterna del complesso monastico di S. Chiara e lo spostamento del portale; il restauro della Certosa di Capri), ed all'estero (restauro della Missione gesuitica di Trinidad in Paraguaj e di quella di S. Miguel in Brasile).

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved