0882013000.jpg0882013000.jpg
Abilità del politico e meccanismo economico. Saggio sulla « favola delle api»
SKU: 0882013000
Taranto Domenico
9,00 €

Collana:

"Univ.degli Studi di Salerno Pubblicazioni - Sezione Studi di Filologia, Letteratura, Arte, Storia e Archeologia del mondo classico"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
3
Formato
17x24
Nr. Pagine
160
Mese Pubblicazione
Giugno
Anno Pubblicazione
1982
Indagando le relazioni che intercorrono tra vizi privati e pubblici benefizi nella società borghese moderna Mandeville svela, alla cultura della " società civile" fino ad Hegel, l'esistenza di un rapporto male-meglio che egli per primo ha sottratto all'ambito di competenza dell'etica per valutarlo dal punto di vista dell'intero e del suo funzionamento. Individuato nel mercato l'elemento attorno al quale si struttura 'il tutto'egli nella apologia del vizio - che tende ad occupare gli spazi semantici del lusso - non fa nulla di diverso da un'apologia del mondo delle merci, proiettandola però dall'economia all'etica, mostrandola cioè non solo come necessaria al funzionamento della macchina sociale, ma anche allo sviluppo ed all'eccellenza della cultura umana. Il vizio e la follia degli uomini sono così le porte attraverso le quali la ragione penetra nella storia scandendo un tempo logico che nella lontananza dall'ascesi mondana, mostra la distanza dall'accumulazione originaria e dal mercantilismo mentre celebra la 'ragionevolezza' dello scambio.

L'AUTORE

Domenico Taranto
, ricercatore confermato dell'Istituto di Filosofia e di Storia della Filosofia dell'Università di Salerno, si è laureato nel 1974 a Roma con una tesi sulla logica delle scienze sociali discussa con il Prof. G. Calabrh. Ha poi lavorato su Hegel e Marx pubblicando recensioni e saggi tra cui: Alienazione e feticismo; una o due teorie? (Critica marxista n. 3-4, 1974); Marx dalla filosofia del diritto alla scienza della società (Critica marxista n. 5, 1975); Logica e storia in Hegel (Critica marxista n. 2, 1976); Hegel diverso (Critica marxista n. 2, 1977). Dal 1977 ha lavorato come borsista all'Università di Salerno, nella stessa data e fino al 1979 ha lavorato al volume su Mandeville. In seguito si è occupato di alcuni aspetti della filosofia sei-settecentesca con i saggi: Antichi e moderni (Studi Storici n. 2, 1981); Cielo e terra nell'Inghilterra del seicento. Tra due rivoluzioni (Critica marxista n. 6, 1981); Berkeley critico di Mandeville. Note su etica ed epistemologia nella polemica con i «Freethinkers» (Il Pensiero Politico n. 2, 1981). Attualmente studia il rapporto tra Mandeville e la cultura libertina.
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.