NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
0810088100.jpg0810088100.jpg
Le vie del corallo nel Mediterraneo medioevale
SKU: 0810088100
Filocamo Tiffany
18,00 €
Esaurito Avvisami!

Isbn
9788849520347
Formato
17x24
Nr. Pagine
164
Mese Pubblicazione
Novembre
Anno Pubblicazione
2010

Tracciare una mappa delle vie mediterranee del corallo significa in primo luogo rendersi conto dei tempi del Mare Interno e della permanenza delle sue strutture, della longue durÈ e braudeliana. Luoghi di raccolta, centri di lavorazione e commercializzazione, vie di scambio finiscono in una lunga corsa di secoli, mentre uomini, popoli ed egemonie vi si avvicendano. Lo schema generale di Braudel per il Mediterraneo - struttura, congiuntura, crisi - è ancora utile, ma come ogni schema è, in realtà , di puro riferimento. La storia medioevale della pesca del corallo fa i conti con la volontà del potere pubblico di riservarsi le entrate fiscali del prodotto, comminando bandi e concedendo privative. Il commercio è condizionato dalle iniziative economiche (societas ad corallandum), dalle tecniche nautiche e dallo sfruttamento ed esaurimento dei banchi corallini. Registriamo una corrente che dalle coste del Mediterraneo irradia il corallo verso il Nord europeo e, per tutto il Medioevo, verso il Vicino Oriente, con speciale attenzione al Maghreb, fonte di approvvigionamento e mercato del lavorato. La cultura gallo-celtica ha un ruolo determinante nelle vie del corallo in funzione di vettore verso l'interno dell'Europa. L'Italia, asse del Mediterraneo medioevale, è il polo principale d'esportazione, dove le funzioni traenti sono svolte dalla Sicilia e dal Napoletano, in un continuum spazio-temporale giunto fino ai nostri giorni. Dopo la pesca, il trasporto. Dopo la lavorazione, il commercio.

L'AUTORE
Tiffany Filocamo
(1981) è laureata in Conservazione dei Beni Culturali. Vive a Ravello dove si occupa delle relazioni pubbliche del Museo del Corallo. È erede di una tradizione familiare legata da più generazioni alla lavorazione del corallo che le ha consentito di raccogliere in una preziosa collezione manufatti e testimonianze di epoche diverse. Questa è la sua prima pubblicazione.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved