• +39 081 7645443
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricerca Avanzata Ricerca Avanzata
PDFStampaEmail

Questo libro è una testimonianza di vita. L'autore conduce passo passo, lungo i percorsi «tecnico-contabili», «autobiografico», «avanzato» e «didattico », il lettore, cui di continuo si rivolge e che in vario modo provoca, sia attraverso le sue esperienze di amministratore, nell'Università di Napoli, nel Policlinico universitario e nel Comune di Napoli, sia attraverso la sua realtà di «suddito» di un potere che troppo spesso appare bieco e alieno. Si tratta anche di un libro tecnico, a partire dal titolo, in cui il richiamo a De Tocqueville è del tutto esplicito. Sono descritte le incertezze, nel percorso di costruzione del sistema delle autonomie locali, nel nostro Paese, e le prospettive, assai pericolose, che la situazione attuale mostra. Benché il libro abbia alcuni passaggi di grande, personale, amarezza, esso è, nel complesso, un libro lieto, in cui la dimensione del gioco, sia nei contenuti tecnici che in quelli autobiografici, è del tutto prevalente.

L’AUTORE

Federico Piea, ordinario di Scienza delle finanze e Diritto finanziario presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli, è consigliere dello Svimez e consigliere dell'ARDEL, cui sono destinati numerosi riferimenti in questo libro. È autore, tra i numerosi altri scritti, di un testo di Economia pubblica (1986) e di un manuale di Finanza locale (1987).

Isbn
9788881141450
Formato
17x24
Nr. Pagine
210+16
Mese Pubblicazione
Febbraio
Anno Pubblicazione
1996