NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
0788275000.jpg0788275000.jpg
La legislazione sociale della nuova Italia (1876-1900)
SKU: 0788275000
Rizzo Tito Lucrezio
29,30 €

Collana:

"Ius Nostrum"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
6
Formato
17x24
Nr. Pagine
338
Mese Pubblicazione
Giugno
Anno Pubblicazione
1988
L'intento cui è rivolto il presente saggio di storia del diritto italiano, è di porre la legislazione considerata in stretta relazione con la sottostante realtà politica, economica e sociale, così da evidenziarne i profili dinamici e coglierne il significato di punto di arrivo di un laborioso processo di confronto tra le forze vive del Paese. Si vuoi sottolineare che nella fase storica presa in esame, le leggi sociali, pur se timidamente e gradualmente realizzate, furono il frutto di una nuova consapevolezza delle forze politiche tradizionali, le quali, sotto la spinta critica dei socialisti e dei cattolici, compresero l'importanza dei progresso morale ed economico delle masse, per l'ascesa civile della nazione tutta. Conseguentemente risulta che l'età giolittiana non fu una sorta di fungo nato all'improvviso, bensì fu la maturazione definitiva di quel processo di crescita della coscienza democratica del Paese, che avvenne - con la crisi propria di tutti i processi evolutivi - proprio nell'età umbertina, la quale ultima, quindi, appare meritevole di più attenta considerazione da parte degli studiosi della legislazione sociale italiana.

L'AUTORE

Tito Lucrezio Rizzo
(Roma, 1952), laureatosi in Giurisprudenza con il massimo dei voti e la lode, ha conseguito l'abilitazione all'esercizio della professione forense. È cultore di Storia del Diritto italiano, nell'omonimo Istituto della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università «La Sapienza » di Roma. È autore di vari saggi, tra cui I progetti di divorzio dall'avvento al potere della Sinistra alla fine del secolo XIX ne « Il diritto di famiglia e delle persone », Milano 1975; Riflessioni sul congresso Giannone e il suo tempo in « Rivista di storia del diritto contemporaneo », Trapani 1977; Riflessioni sull'e flettività del potere di grazia del Capo dello Stato in « Rivista di Polizia », Santa Maria Capua Vetere 1986. funzionario del Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica.
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved