NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
0707101060.jpg0707101060.jpg
La rappresentanza e la mediazione degli interessi nell'ordinamento tributario italiano
SKU: 0707101060
Icolari Maria Assunta
20,00 €

Isbn
8849513313
Collana:

"Seconda Università degli Studi di Napoli « Jean Monnet » Quaderni"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
18
Formato
17x24
Nr. Pagine
234
Mese Pubblicazione
Febbraio
Anno Pubblicazione
2007
In uno stato di diritto la scelta di favorire un rapporto di fiducia tra contribuente e fisco per dare così impulso al regolare svolgimento dell'azione tributaria degli enti impositivi vede nell'istituzione degli organi di rappresentanza e di intermediazione degli interessi tributari, in specie del Garante del contribuente (art. 13 legge n. 212/00) una soluzione istituzionale volta, in generale, ad un rafforzamento della posizione del contribuente, «contraente debole» del rapporto tributario. Tale modello affonda le ragioni della sua consistenza nell'esperienza comparatistica (Spagna) in cui il ricorso ad "organismi tramite" tra Amministrazione finanziaria e contribuente tenderebbe a coniugare in una sintesi costituzionale apprezzabile ragioni di tutela del contribuente e ragioni di efficienza-economicità dell'azione amministrativa. In questa prospettiva emblematica e, perciò, meritevole di particolare attenzione, è l'istituto spagnolo del Consejo para la defensa de derechos del contribuyente e, prima ancora, del Consell tributari, organismo autonomo della comunità di Barcellona, quest'ultimo, a carattere precipuamente deflattivo del contenzioso. La presente monografia affronta il problema del ricorso alle istituzioni di rappresentanza nell'ordinamento tributario italiano senza ignorare per un verso la cornice costituzionale che ne rappresenta l'humus giuridico di riferimento; per altro verso la sua congruità rispetto al sistema dei principi che, nello specifico, informano la disciplina tributaria nell'ordinamento giuridico italiano.

L'AUTORE

Maria Assunta Icolari è dottore di ricerca in Teoria giuridica della finanza pubblica e della burocrazia finanziaria e collabora alle attività della sezione di Finanza pubblica del Dipartimento di Scienze internazionalistiche presso la facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Napoli «Federico II». È autrice di saggi e note a sentenza, che hanno riguardato, principalmente, i principi costituzionali alla base della tassazione e la tutela dei diritti fondamentali del contribuente.
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved