Sanctitas legatorum
SKU: 8520060200
De Giudici Giuseppina
30,00 €

Isbn
9788849542332
Collana:

"Pubblicazioni del Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Cagliari - Serie II"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
26
Formato
17x24
Nr. Pagine
X+198
Mese Pubblicazione
Giugno
Anno Pubblicazione
2020

Interrogarsi sulla sanctitas legatorum, e specialmente sull’indipendenza giurisdizionale dei diplomatici durante l’età moderna, non significa solo far emergere contenuti e limiti a essa assegnati dai “costruttori” del diritto delle genti. Considerato che il riconoscimento della tutela dei moderni ambasciatori scaturiva dall’esigenza di garantire la libera comunicazione tra Stati, è opportuno allargare lo studio al diritto di legazione attivo e passivo per mettere in luce il fondamentale ruolo che esso ha svolto. Grazie al suo esercizio le organizzazioni politiche si scoprivano parte della communitas, riconoscendosi e legittimandosi reciprocamente. In più, la progressiva diffusione delle ambascerie permanenti, anche in forza della loro stabilizzazione e istituzionalizzazione, ha permesso al jus legationis di ottenere puntuali informazioni politiche utili alla ricerca di nuovi equilibri e di contribuire alla formazione di una parte notevole del patrimonio normativo comune. È per questo che le peculiari concezioni sulla communitas e sul suo ordinamento costituiscono l’irrinunciabile orizzonte di senso anche per chi si occupa delle prerogative diplomatiche.

L'AUTORE
Giuseppina De Giudici è professore associato di Storia del diritto medievale e moderno presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Cagliari. Tra i suoi lavori si segnalano: Il governo ecclesiastico nella Sardegna sabauda (1720-61), Napoli, 2007; Interessi e usure nella Sardegna di Carlo Emanuele III, Pisa, 2010; Le istituzioni prefettizie nella Sardegna dell’Ottocento. Le vie dell’accentramento giurisdizionale e amministrativo (1807-1861), Cagliari, 2012. Sul tema della condizione giuridica dei moderni ambasciatori e sui legati in età bassomedievale ha pubblicato i saggi: Sullo statuto dell’ambasciatore in età moderna: l’inviolabilità tra sacralità e indipendenza giurisdizionale, 2012; «Quando imbassiadores saen mandare». A proposito del cap. XXXV del primo libro degli Statuti sassaresi, 2018.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Privacy Policy