NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Saggi di diritto romano
SKU: 8217102170
Mercogliano Felice
18,00 €

Isbn
9788849534108
Formato
13x21
Nr. Pagine
VIII+168
Mese Pubblicazione
Gennaio
Anno Pubblicazione
2018
Tre le tematiche centrali del volume: la parabola della raffinata misura di responsabilità configurata dai giuristi romani come diligentia quam in suis; il negozio giuridico e la sua problematica costruzione concettuale nelle tracce romane fino alla dialettica dottrinaria contemporanea (da Windscheid a Betti); l’equità quale tipico criterio d’interpretazione, dalle radici antiche al diritto (invece) ‘positivo’. In appendice, la celebre prolusione camerte di Vittorio Scialoja in tema di aequitas.

L'AUTORE
Felice Mercogliano (Napoli 1960) è professore associato (abilitato a ordinario) di Storia del diritto romano e di Fondamenti del diritto europeo nell’Università di Camerino. Insegna anche Istituzioni di diritto romano presso l’Università di Chieti-Pescara. Autore di molteplici contributi – soprattutto su controverse fonti giuridiche romane, diritto e processo civile, repressione extra ordinem, tradizione romanistica – ha rivolto di recente i suoi interessi scientifici in prevalenza verso le radici storiche di un diritto dell’immigrazione. Tra le sue opere: Tituli ex corpore Ulpiani. Storia di un testo (1997), Actiones ficticiae. Tipologie e datazione (2001), Pisone e i suoi complici. Ricerche sulla «cognitio extra ordinem» (2009), Hostes novi cives. Diritti degli stranieri immigrati in Roma antica (2017).
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved