NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
La tutela penale dell'ambiente tra legislazione speciale e riforma del codice
SKU: 8019105190
Palmieri Giuseppe Maria
30,00 €

Isbn
9788849540178
Collana:

"Nuove Ricerche di Scienze Penalistiche" 
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
26
Formato
17x24
Nr. Pagine
240
Mese Pubblicazione
Luglio
Anno Pubblicazione
2019

Ipertrofia delle fattispecie, indeterminatezza, tecniche di incriminazione emergenziali ed eccessivamente anticipate rispetto ai parametri costituzionali caratterizzavano il diritto penale dell’ambiente già nei provvedimenti legislativi che ne hanno segnato l’emersione nell’ordinamento giuridico italiano, e connotano anche le disposizioni penali contenute nel più recente, cosiddetto, codice dell’ambiente (d.lgs. n. 152/2006 e successive modifiche). La legislazione speciale in materia, peraltro, è ancora vigente ed integra la codificazione dei «delitti contro l’ambiente» di cui al titolo VI bis del secondo libro del codice penale, introdotto con la l. n. 68/2015; quest’ultima pure presenta limiti analoghi e, per questo, rischia di risolversi, in ultima analisi, in un’aspettativa delusa. Anche le fattispecie codicistiche introdotte con la l. n. 68/2015, infatti, presentano problemi di indeterminatezza, accessorietà al diritto amministrativo, nonchè gigantismi definitori. Un’analisi critica della disciplina vigente, sia speciale sia codicistica, orientata ai fondamentali parametri normativo-costituzionali, tra cui gli artt. 2, 3, 9 co. 2, 13, 19, 21 co. 1, 24 co. 2, 25 co. 2, 27 co. 1 e 3, 32 co. 1, 54, 112 Cost., utili anche a definire una legittima oggettività giuridica del diritto penale dell’ambiente, evidenzia i limiti di un adeguamento esegetico e la necessità di una razionalizzazione della materia improntata, su tutto, a garanzia ed effettività.

L'AUTORE
Giuseppe Maria Palmieri, dottore di ricerca, ricercatore e docente di Diritto penale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi Giustino Fortunato. Vincitore del “Premio Pasquale Pastore”, edizione 2004, con il lavoro dal titolo Disastro ecologico e responsabilità penale, ha svolto parte della propria ricerca presso l’Institut für die gesamten Strafrechtwissenschaften dell’Università di Monaco di Baviera. È autore delle seguenti pubblicazioni: Responsabilità penale del sanitario per gli atti autolesivi compiuti dal proprio paziente, 2004; In tema di causalità: i limiti della rilevanza penale, 2005; Ipotesi applicativa di una legislazione simbolica: note a margine di una recente pronuncia in tema di rifiuti solidi, 2005; Circostanze generiche e commisurazione della pena: verso il riconoscimento delle aggravanti indefinite? 2007; Contributo ad uno studio sull’oggetto della tutela nel diritto penale dell’ambiente. Dal codice Rocco al “codice dell’ambiente”, 2007 (lavoro monografico); Le problematiche del nesso causale, 2007; La storia infinita: nuove prospettive di riforma dei reati ambientali?, 2008; Trattamento medico terapeutico con esito fausto: principio di offensività ed irrilevanza penale del consenso, 2012; La disciplina speciale in materia di riciclaggio. Tra esigenze di tutela ed anticipazioni ineffettive, 2013; “La tutela penale della libertà di iniziativa economica. Riciclaggio e impiego di capitali illeciti tra normativa vigente e prospettive di riforma, 2013 (lavoro monografico); La prevalenza di interessi patrimoniali nella disciplina del riciclaggio e la punibilità dell’autoriciclaggio come simbolica incriminazione del bis in idem, 2016; La codificazione dei reati ambientali: un’aspettativa delusa, 2017; Personalità della responsabilità penale ex art. 27 co.1 Cost. e “commissione del reato da parte dell’ente”, 2017; Il recepimento delle fonti sovranazionali in materia di riciclaggio. Iter di una disciplina penale ineffettiva, 2018; Riciclaggio di proventi illeciti e abuso di posizione dominante sul mercato, 2019; Principi costituzionali, ragionevolezza e legislazione del consenso, 2019; Ambiente e concezione personalistica dei beni giuridici, 2019; La scriminante procedurale come strumento di garanzia per le ipotesi di suicidio medicalmente assistito, 2019; Il trattamento penitenziario dell’imputato detenuto, 2019.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved