I tratti del simbolismo nella legislazione penale di contrasto ai fenomeni corruttivi
SKU: 8021160210
Abukar Hayo Alì
30,00 €

Isbn
9788849547306
Collana:

"Nuove Ricerche di Scienze Penalistiche" 
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
37
Formato
17x24
Nr. Pagine
216
Mese Pubblicazione
Ottobre
Anno Pubblicazione
2021

L’attuale, irrefrenabile tendenza espansiva del diritto penale trae alimento dalle suggestioni del moderno legislatore, che mira a rassicurare e «narcotizzare» l’opinione pubblica, di fronte ai pericoli, veri o presunti, delle nuove e vecchie emergenze. Ne deriva una legislazione, spesso improvvisata e caotica, connotata dalla ratio simbolico- espressiva e orientata all’utopico traguardo della pienezza di tutela. L’Autore evidenzia, in primo luogo, i caratteri generali del fenomeno denominato «panpenalistico », cogliendone anche le connessioni internazionali e sovranazionali; ne studia poi alcune forme di manifestazione, nel campo della legislazione di contrasto ai fenomeni corruttivi. Sceglie un angolo visuale ben preciso, ristretto alle nuove fattispecie, di derivazione internazionale e sovranazionale, caratterizzate da un consistente deficit di tipicità. In questa logica, si sofferma sulle fattispecie di traffico di influenze illecite, corruzione internazionale e corruzione tra privati, le quali, in varia guisa, palesano l’intendimento «educativo» del moderno legislatore penale, che pretende di incriminare perfino il preliminare dell’offesa. Con la prima fattispecie, mira a sanzionare la violazione delle regole, ben prima di aver definito le regole; con la seconda, si propone addirittura di «moralizzare» i rapporti privati oltre i confini nazionali; con la terza, tende a far sconfinare il paradigma corruttivo in ambiti già presidiati dalle norme penali, che incriminano le condotte fraudolente. Agli sconfinamenti propri del diritto penale, affetto dal morbo del simbolismo, si può, tuttavia, porre rimedio con l’interpretazione costituzionalmente orientata, basata sul principio della funzione di garanzia della fattispecie penale.

L'Autore
Alì Abukar Hayo
è professore ordinario di Diritto penale presso l’Università Nazionale Somala di Mogadiscio ed è avvocato del foro di Mogadiscio e di Roma, patrocinante dinanzi alle Corti Superiori della Somalia e d’Italia. È autore di numerose pubblicazioni, fra le quali si segnalano le opere monografiche L’immunità penale come species dell’inesegibilità, Torino 2006; Lineamenti generali della pretesa punitiva, Torino, 2010; La titolarità soggettiva del diritto di punire. Vuoti e incoerenze nel sistema del diritto penale a una dimensione, Torino, 2015; I molteplici aspetti della funzione di garanzia della fattispecie penale. Argini normativi e culturali al potere coercitivo dello Stato nella teoria del reato, Napoli, 2019; nonché numerosi saggi, voci in Enciclopedia Treccani, articoli e note a sentenze su riviste di scienza penalistica.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Privacy Policy