NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Le discriminazioni sul lavoro nel diritto vivente
SKU: 7619055190
Santagata de Castro Raffaello
38,00 €

Isbn
9788849539172
Collana:

"Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli - Dipartimento di Scienze Politiche «Jean Monnet » - Quaderni" 
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
60
Formato
17x24
Nr. Pagine
296
Mese Pubblicazione
Aprile
Anno Pubblicazione
2019

Il diritto antidiscriminatorio può oggi dirsi inserito a pieno titolo all’interno di un sistema multilivello o multipolare, nel quale la Corte di giustizia, dialogando con le Corti nazionali, ha fornito un importante apporto creativo alla elaborazione delle categorie concettuali. Per questo motivo, il libro indaga l’evoluzione del diritto «vivente» in tema di discriminazioni, ponendo l’accento sulle criticità sollevate dalle definizioni di discriminazione diretta e indiretta. Chiarita la linea di confine tra i due concetti e la portata delle relative cause di giustificazione, si passa a esaminare l’altro principale nodo problematico, ossia l’individuazione della specialità del regime probatorio. Nella parte conclusiva dell’indagine il modello di diritto antidiscriminatorio europeo, così ricostruito, viene posto a confronto con quelli, assai significativi, che contraddistinguono le esperienze tedesca, inglese e italiana. L’obiettivo è dimostrare l’esistenza di un processo circolare di reciproco condizionamento tra tali modelli, che potrebbe preludere a una riconsiderazione di alcune categorie definitorie e ad un consolidamento del carattere paradigmatico della normativa in tema di discriminazioni di genere.

L'AUTORE
Raffaello Santagata de Castro, È ricercatore di Diritto del lavoro presso il Dipartimento di Scienze politiche Jean Monnet dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli. È autore della monografia Il lavoratore azionista (2008) e di numerosi saggi di diritto del lavoro e sindacale, in particolare in materia di diritto antidiscriminatorio europeo, partecipazione azionaria dei lavoratori, distacco dei lavoratori e libera prestazione dei servizi nell’Unione europea. Ha partecipato a vari gruppi di ricerca nazionali ed internazionali e fa parte di comitati redazionali di riviste giuslavoristiche.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved