• +39 081 7645443
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricerca Avanzata Ricerca Avanzata
0705153040.jpg0705153040.jpg
0705153040.jpg

Il lavoro degli extracomunitari

SKU: 0705153040
Autore:
Nappi Severino
Collana:

"Univ. degli Studi del Sannio. Sezione giuridico - sociale"
Vai alla collana >>>

Array
50,00 €
48h.png

PDFStampaEmail
Il tema dell'immigrazione, per il ruolo strutturale che il fenomeno ha ormai assunto nel sistema italiano, si pone come uno specchio privilegiato delle tendenze evolutive e delle problematiche dell'attuale fase del Diritto del lavoro. Basti pensare alle caratteristiche tipologiche di estrema flessibilità e modularità delle prestazioni offerte e rese dagli extracomunitari, oppure alle innegabili incidenze sul funzionamento del mercato del lavoro dell'afflusso di lavoratori non cittadini nel nostro Paese. La monografia si propone di offrire - all'esito dei recenti interventi normativi - una valutazione dei profili giuridici del fenomeno migratorio. Muovendo da una disamina delle implicazioni, anche sociologiche, dei flussi migratori sulla società d'accoglienza, l'opera intende verificarne l'impatto sul diritto, a partire dalle complesse questioni che la materia pone sul piano dei valori costituzionali e comunitari, nella consapevolezza che l'immigrazione, particolarmente per lavoro, rappresenta la chiave attraverso la quale interpretare e risolvere il più generale tema della cittadinanza, delle sue definizioni e del suo significato nella società globale. Naturalmente, al Diritto del lavoro è destinata la parte centrale della monografia. Infatti, se pure è innegabile che il legame tra prestazione lavorativa e cittadinanza si sia indebolito - soprattutto in relazione alla progressiva diminuzione delle forme tipiche d'organizzazione dell'attività d'impresa - nondimeno il lavoro, pur spogliato di aspettative di palingenesi cd enfasi ideologiche, rimane il fondamentale fattore di legittimazione della convivenza, di integrazione sociale, d'accesso ai diritti di cittadinanza. Dunque, attraverso la costruzione di un sistema di regole chiare e condivise, può offrirsi una risposta consapevole, esplicitando e regolamentando i contenuti del necessario patto giuridico e sociale fra società d'accoglienza e immigrato, fra diritti e doveri reciproci. Il tentativo è di ricostruire i contenuti del contratto di lavoro subordinato extracomunitario, del quale - attraverso una conferma della sua compatibilità coi valori costituzionali di tutela del lavoro in tutte le sue forme - vengono individuati elementi di specialità tipologica. Non manca però una valutazione sulle molteplici fattispecie negoziali che vedono come possibile soggetto contrattuale il lavoratore extracomunitario.

L'AUTORE

Severino Nappi
, professore Associato di Diritto del lavoro nell'Università del Sannio di Benevento, attualmente insegna anche presso l'Università della Calabria di Cosenza. È il responsabile dell'Osservatorio del lavoro nei trasporti nella Regione Campania. È il coordinatore della redazione de Il Diritto del Mercato del Lavoro. Ha scritto numerosi saggi su temi di Diritto del lavoro e di Diritto sindacale. Per la Collana del Dipartimento di Diritto dei Rapporti Civili ed Economico-Sociali dell'Università di Napoli "Federico II", ha pubblicato nel 1999 una monografia su Negozi traslativi dell'impresa e rapporti di lavoro.
Isbn
8849509944
Nr. Volume
42
Formato
17x24
Nr. Pagine
464
Mese Pubblicazione
Maggio
Anno Pubblicazione
2005