NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

Si comunica che i nostri uffici resteranno chiusi
martedi 23 aprile 2019

La valorizzazione dei beni culturali di appartenenza privata
SKU: 7418177180
Buzzanca Adriano
20,00 €

Isbn
9788849537666
Collana:

"Ambiente e mercato - Studi" 
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
S/4
Formato
15,5x23
Nr. Pagine
176
Mese Pubblicazione
Gennaio
Anno Pubblicazione
2019

La disciplina settoriale dei beni culturali definisce forme e modi di coesistenza tra due diverse utilità, quella culturale e quella economica, così da individuare le facoltà che il privato proprietario può esercitare, quali siano, invece, precluse e quali ammesse sotto il controllo pubblico. L’effetto del vincolo di tutela culturale o ambientale consente, infatti, l’esercizio di un controllo pubblicistico, volto a evitare che i beni soggetti allo stesso possano subire un pregiudizio del loro stato di conservazione, mediante la richiesta di un preventivo assenso dell’autorità competente per il compimento delle attività idonee a incidere sulla condizione materiale del bene. Individuato il bene attraverso il vincolo, che esprime gli effetti giuridici a presidio del mantenimento delle condizioni sulle quali si fonda il collegamento, in particolare, tra il modo di essere del bene e il pubblico interesse alla protezione culturale o ambientale, sul proprietario o sul possessore grava uno specifico obbligo di non modificarne la destinazione d’uso e di non adibirlo a usi che ne mettano in pericolo l’integrità o il decoro. La trattazione approfondisce le problematiche attinenti alla valorizzazione dei beni culturali e ai rapporti civilistici tra il privato proprietario del bene culturale e lo Stato, attraverso il ricorso a forme consensuali di valorizzazione.

L'AUTORE
Adriano Buzzanca è avvocato, dottore di ricerca in Diritto ed economia dell’ambiente nell’Università degli Studi di Bari «Aldo Moro» e funzionario del Ministero per i beni e le attività culturali. Ha pubblicato, oltre a contributi in opere collettanee e articoli in riviste giuridiche, tre monografie: Tutela urgente alla salute e liste di attesa. Aspetti civili, penali e amministrativi (Milano 2006); La tutela giuridica delle opere e delle partiture musicali. Aspetti normativi e giurisprudenziali recenti (Bari 2008); Handicap e diritto all’assistenza. Analisi e strumenti di tutela (Milano 2009).

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved