La distruzione del testamento olografo nel quadro della teoria del negozio e dei comportamenti giuridici
SKU: 7420034200
Sangermano Francesco
15,00 €

Isbn
9788849541854
Collana:

"Quaderni di «Studi Senesi»"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
1
Formato
17x24
Nr. Pagine
100
Mese Pubblicazione
Maggio
Anno Pubblicazione
2020

L’Autore analizza il tema della distruzione del testamento olografo nel quadro della teoria generale del negozio e dei comportamenti giuridici. Il fascino irradiante della teorica di una caducazione dell’olografo realizzata a prescindere da una revocazione di tipo negoziale, seppur realizzata in forma tacita o per contegno concludente, consente lo studio critico di momenti e contributi fondamentali per la teoria generale e non solo per la branca del diritto delle successioni, in virtù di un’indagine incentrata su numerose e delicate questioni che vanno dalla stessa ammissibilità di una fattispecie di «revoca» tacita di una pregressa revoca manifestata in forma espressa del negozio mortis causa sino alla qualificazione del fenomeno principale di cui all’art. 684 c.c. in termini ad es. di vero e proprio negozio di attuazione (se si ritiene che tale categoria abbia una sua propria autonomia). In questo contesto, la distruzione del negozio testamentario (redatto nelle forme dell’olografo) viene focalizzata con un raffronto dialettico e costante tra la concezione programmatica e negoziale e quella di tipo attuoso e reale: l’operazione concreta che si attua e realizza nella soppressione documentale del testamento altro non è che un particolare atteggiarsi di una autoregolamentazione dei propri interessi che il testatore pone in essere con un atto lecito reale di distruzione dell’olografo. Ne risulta confermata la possibile sostenibilità di una proposta ricostruttiva nel quadro dei comportamenti giuridici che vede l’esistenza accanto ad una revoca espressa o per comportamento concludente (riconducibili all’area della negozialità) anche di un potere caducatorio del testatore direttamente legato all’atto soppressivo dell’olografo con importanti implicazioni di tipo sistematico ed ermeneutico.

L'AUTORE
Francesco Sangermano è Professore Associato di Diritto Privato presso l’Università degli Studi di Roma «Tor Vergata». È autore delle monografie L’interpretazione del contratto. Profili dottrinali e giurisprudenziali (Milano 2007); Presupposizione e causa nel negozio testamentario (Milano 2011); Principi e regole della responsabilità civile nella fattispecie del danno da prodotto agricolo difettoso (Milano 2012); La petizione di eredità tra regole e dogmi (Napoli 2019) oltre che di numerosi saggi e contributi in volumi collettanei e nelle principali riviste giuridiche specializzate. È membro del Collegio dei Docenti del Dottorato di Ricerca in «Diritto e tutela: esperienza contemporanea, comparazione, sistema giuridico romanistico» presso l’Università degli Studi di Roma «Tor Vergata».

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Privacy Policy