NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Ius singulare e autotutela privata
SKU: 7419021190
Montecchiari Tiziana
23,00 €

Isbn
9788849538649
Collana:

Quaderni de « Il Foro napoletano » 
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
31
Formato
17x24
Nr. Pagine
184
Mese Pubblicazione
Marzo
Anno Pubblicazione
2019

La realtà giuridica contemporanea è sempre più caratterizzata da una evidente crisi della giustizia civile, ovvero l’incapacità dello Stato di tutelare efficacemente ed in modo tempestivo legittime ragioni di danneggiati, creditori o titolari di rapporti personali e familiari. In tale contesto prende le mosse l’indagine speculativa sulla autotutela privata quale strumento potenzialmente in grado di inserirsi come forma avanzata di protezione delle posizioni giuridiche soggettive, autorizzata dalla legge, in via extraprocessuale. Dopo una breve ricostruzione storica della fattispecie che ne ha posto in rilievo la sua evoluzione funzionale, si è potuto affermare che pur trattandosi di uno strumento «antico» quanto alla sua genesi, partendo dallo ius singulare del diritto romano, si dimostra «moderno» nella sua applicazione contestualizzata alla realtà giuridica attuale. La ricerca non ha avuto lo scopo di analizzare sistematicamente tutti i casi di autotutela presenti nel nostro codice civile, ma attraverso la disamina di alcune ipotesi, si è valutata la possibilità che l’autotutela operi sia in forme unilaterali, sia in forme consensuali, contaminandosi con l’autonomia privata, di cui può diventare legittima manifestazione. In questa ricerca, la categoria dell’autotutela si è dimostrata fin da subito notevolmente moderna, ricca di spunti pratici, e frequente applicazione degli strumenti ADR cui il nostro legislatore ha recentemente fatto ricorso prevedendo nuove disposizioni normative in materia di risoluzione stragiudiziale delle controversie, anche di natura familiare, quindi l’autotutela appare come figura dalle rilevanti potenzialità applicative, non disdegnando collegamenti anche con il diritto processuale, con la filosofia del diritto, con la sociologia.

L'AUTORE
Tiziana Montecchiari è Professore Associato in Istituzioni di Diritto Privato presso l’Università degli Studi di Macerata, Dipartimento di Giurisprudenza. Nei suoi studi, ha approfondito soprattutto tematiche di teoria generale del Diritto Privato, analizzando questioni in materia di negozi unilaterali, successioni mortis causa, diritto di famiglia e dei minori. Attualmente, sta svolgendo ricerche su disabilità, disuguaglianza, minori e tutela della persona, biotestamento e fine vita, nella prospettiva di individuare una effettiva tutela del soggetto nella sua più completa dimensione esistenziale.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved