Le fondazioni di origine bancaria e il loro ruolo di socio stabile nelle aziende di credito: un legame che non si è sciolto
SKU: 7413147130
Fiordiponti Filippo
17,00 €

Isbn
9788849527575
Collana:

"Quaderni della Rassegna di diritto civile"
Vai alla collana >>>

Nr. Pagine
136
Formato
17x24
Mese Pubblicazione
Ottobre
Anno Pubblicazione
2013
Le dure prove che il sistema del credito ha dovuto affrontare negli ultimi anni, sotto la spinta di una crisi economica vasta, profonda e ancora alla ricerca di una via d?uscita, hanno chiamato le fondazioni di origine bancaria ad assumere l?onere di ricapitalizzare le banche partecipate. L?analisi torna sul tema della disciplina giuridica delle fondazioni di origine bancaria, non tanto per approfondire una volta di più la genesi della loro attuale configurazione, quanto per percorrere i confini, comprendere i limiti, valutare la congruità del loro delicato assetto, volto a regolare la vita di un soggetto chiamato a svolgere un ruolo di primo piano nell?equilibrio economico del Paese. Se ne ricava la figura di un ente che dall?originario ruolo di transizione, funzionale alla privatizzazione del sistema creditizio pubblico, si è evoluto verso il modello della fondazione protagonista del terzo settore, ma nello stesso tempo ha compiuto scelte necessarie per gli obiettivi di stabilità del sistema bancario e ha fatto uso della propria autonomia di gestione per attuare le indicazioni degli Organi dello Stato. La presenza partecipativa delle fondazioni nel capitale dei maggiori gruppi creditizi costituisce un nucleo di riferimento, ma le investe anche dei rischi conseguenti all?investimento. Assumere il ruolo di socio stabile non sembra compatibile con gli obiettivi tipici delle fondazioni di origine bancaria, comporta situazioni di commistione che condizionano le scelte di gestione delle fondazioni stesse, con la conseguenza di porre a rischio la loro dotazione patrimoniale. La diversa configurazione operativa che è stata raggiunta all?interno della rete delle fondazioni consente però di concentrare l?attenzione
sul solo gruppo, che integra la situazione di conflitto tra missione tipica e funzione di socio stabile di aziende bancarie e per il quale sembra necessario giungere ad una migliore definizione di ruolo, per uscire dall?equivoco di soggetto privato no-profit chiamato al governo e al sostegno di imprese bancarie too big to fail, attraverso la fictio iuris della diversificazione di investimento.

L'AUTORE
Filippo Fiordiponti è ricercatore di Diritto Privato nella Facoltà di Economia «Giorgio Fuà» dell?Università Politecnica delle Marche. Ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in «Diritto dell?Economia » presso il medesimo Ateneo. È autore del lavoro monografico Tutela del risparmio: princìpi costituzionali e rimedi civilistici, di saggi e altri lavori minori.
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Privacy Policy