NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Collazione e attività di impresa
SKU: 7419070190
Martone Isabella
44,00 €

Isbn
9788849539653
Collana:

"Univ.degli Studi di Camerino Pubblicazioni" 
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
167
Formato
16,5x24
Nr. Pagine
344
Mese Pubblicazione
Maggio
Anno Pubblicazione
2019

Numerose sono le problematiche ricostruttive che l’istituto della collazione, stante la sua antica tradizione, pone con frequenza crescente, dividendo dottrina e giurisprudenza. Le soluzioni offerte in materia tuttavia, non sempre sono risultate adeguate e coerenti. Ciò sollecita una riflessione tesa a recuperare la significativa e peculiare portata che la collazione assume nell’àmbito del procedimento successorio, a maggior ragione nei casi nei quali la trasmissione ereditaria riguardi un «bene produttivo». A tal riguardo, in un sistema economico a capitalismo familiare, come quello italiano, si rivela necessario un approfondimento volto a verificare la compatibilità delle regole successorie con le specifiche problematiche che il passaggio generazionale di un «bene produttivo» abitualmente pone. Del resto, quando oggetto di donazione sia un’impresa, la trasmissione ereditaria chiama in causa una pluralità di specifiche variabili – integrità dei beni, attitudini gestionali dei chiamati a succedere, passaggio generazionale – che fanno assumere alla fattispecie successoria una serie di connotazioni peculiari, al punto da mettere in crisi la tenuta delle categorie concettuali della disciplina della successione mortis causa prevista dal codice civile. Segnatamente, si rivela indispensabile, data l’assenza di specifiche norme in grado di fornire un’organica regolamentazione della materia, l’attenzione per le ipotesi della trasmissione di azienda e di partecipazioni sociali. La lacuna ordinamentale conduce a individuare soluzioni in grado di bilanciare, secondo adeguatezza, l’insieme dei valori che vengono in rilievo, con particolare attenzione – nel binomio tra gli interessi della proprietà, dinamicamente intesa, e gli interessi della famiglia – alla funzione, piú che mai attuale nel sistema, del fenomeno collatizio.

L'AUTORE
Isabella Martone ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in «Persona, Mercato, Istituzioni» presso l’Università degli Studi del Sannio di Benevento. È autrice di saggi, commenti alla giurisprudenza e altri contributi minori.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved