Le clausole vessatorie a vent'anni dalla direttiva CEE 93/13
SKU: 7414148130
Bellelli Alessandra, Mezzasoma Lorenzo e Rizzo Francesco
25,00 €

Isbn
9788849527612
Collana:
"Consumatori oggi"
Vai alla collana >>>
Nr. Volume
27
Nr. Pagine
192
Formato
17x24
Mese Pubblicazione
Marzo
Anno Pubblicazione
2014

In un sistema economico nel quale è sempre piú chiaro lo squilibrio che caratterizza determinate contrattazioni, appare evidente la rilevanza rivestita dalle disposizioni normative che, in modo piú o meno incisivo ed intervenendo ora nella fase delle contrattazioni ora in quella dell’attuazione di un rapporto negoziale già concluso, si propongono l’obiettivo di riequilibrare i rapporti. Ne è scaturita, pertanto, una riflessione in tema di clausole vessatorie con l’organizzazione da parte del Centro di Studi Giuridici sui Diritti dei Consumatori di una Giornata di studio tenutasi a Terni il 23 maggio 2013, stimolata anche dalla ricorrenza dei vent’anni dall’emanazione della direttiva comunitaria 93/13. Il provvedimento rappresenta la comune matrice normativa che ha portato tutti gli Stati membri ad adottare discipline sul tema e la riflessione su di esso non può limitarsi a verificare l’apporto in termini di incremento della tutela del contraente debole ma, adottando una visione critica dei limiti e delle pecche della stessa, si pone quale punto di partenza per una rilettura della disciplina.

I CURATORI
Alessandra Bellelli è professore ordinario di Istituzioni di diritto privato nell’Università degli Studi di Perugia, dove svolge anche l’insegnamento di Diritto delle imprese e dei contratti internazionali. È stata coordinatore nazionale e responsabile locale di molti progetti COFIN e PRIN. Ha pubblicato tre monografie, inserite nella Collana dell’Istituto di diritto privato dell’Università di Roma «La Sapienza» (Aspetti civilistici della sperimentazione umana; L’imputazione volontaria del pagamento; Il principio di conformità tra proposta e accettazione), ha curato la pubblicazione di Atti di Convegno su Azione inibitoria e interessi tutelati e Dall’azione inibitoria all’azione risarcitoria collettiva, è autore di numerosi saggi su temi vari, in particolare in materia di tutela dei consumatori, di bioetica, di deontologia e di diritto di famiglia.
Lorenzo Mezzasoma è professore straordinario di Diritto privato presso il Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Perugia. Ha conseguito il dottorato di ricerca «europeo» in «Diritto civile» presso l’Università di Barcellona e il titolo di specialista in diritto civile presso l’Università di Camerino. Coordina il Centro di Studi Giuridici sui Diritti dei Consumatori del Polo Scientifico-Didattico di Terni dell’Università degli Studi di Perugia, ed è responsabile, nonché collabora a progetti di ricerca di carattere internazionale. È autore di monografie, articoli e saggi, anche in lingua spagnola, in materia di responsabilità civile, diritto dei contratti, diritto dei consumi, diritto di famiglia, diritto delle successioni e diritto dello sport.
Francesco Rizzo è professore associato di Diritto privato presso la Scuola di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Camerino e docente presso la Scuola di Specializzazione in Diritto Civile della medesima Università. È direttore della rivista Le Corti Marchigiane. È autore di saggi e monografie in materia di contratto in generale, tutela dei diritti, diritto dell’informatica e dei consumi (in particolare, in relazione a quest’ultima materia, ha pubblicato, non solo in Italia, alcuni saggi e una monografia in tema di tutela collettiva dei consumatori). Partecipa a progetti di ricerca anche internazionali.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.