Big Data. Rischi e tutele nel trattamento dei dati personali
SKU: 7420179200
Di Landro Amalia Chiara
33,00 €

Isbn
9788849544220
Collana:

"Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria - Pubblicazioni" 
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
29
Formato
17x24
Nr. Pagine
240
Mese Pubblicazione
Ottobre
Anno Pubblicazione
2020

L’evoluzione delle tecnologie per raccogliere dati, elaborarli, estrarre conoscenze predittive ed adottare decisioni correlate – riferita a fattispecie caratterizzate da grande quantità dei dati elaborati, dalla loro varietà e dalla velocità con cui muta continuamente la loro «combinazione» in vista delle finalità più varie (tutti caratteri che connotano il fenomeno dei c.d. Big Data) – pone problemi etico-sociali e giuridici di grande complessità (fra gli altri, l’individuazione dei soggetti che utilizzano i dati, i rischi connessi alla «profilazione» degli utenti, la tendenza al formarsi sul mercato di situazioni di oligopolio, l’ accesso fraudolento e/o abusivo a dati sensibili, l’ utilizzo di piattaforme di intelligenza artificiale per orientare comportamenti politici e sociali). A fronte all’ampiezza del processo di c.d. datafication si accentua – d’altra parte – e assume forme sempre più pervasive (ma anche difficili da individuare e contrastare) lo sfruttamento della debolezza strutturale degli utenti, spesso indotti, attraverso la promessa di ottenere gratuitamente l’accesso a «servizi» di vario genere, a consentire al trattamento dei propri dati, sistematicamente raccolti e poi «messi a disposizione» di operatori economici (ma non solo) che li utilizzeranno per gli scopi più vari. Muovendo da tali considerazioni, il volume analizza le nuove coordinate del trattamento dei dati personali, evidenziando in particolare i limiti di una protezione basata solo sull’acquisizione del consenso – a fronte dell’asimmetria di conoscenza, di consapevolezza e di potere fra i diversi attori di tale processo – e la necessità di un rafforzamento della tutela con interventi che – piuttosto che muoversi (solo) nella prospettiva del singolo atto – regolamentino e sottopongano a controllo l’attività complessiva delle piattaforme che raccolgono ed elaborano i Big Data.

L'AUTORE
Amalia Chiara Di Landro è Professore Associato di Diritto privato presso il Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Scienze Umane dell’Università degli Studi di Reggio Calabria. È autrice di due monografie in materia, rispettivamente, di Trust e separazione patrimoniale nei rapporti familiari e personali (2010) e di Interessi dei consumatori e azione di classe (2012); in questa collana ha curato anche il volume Trust. Viaggio nella prassi professionale tra interessi privati, fini pubblici e benèfici (2011). Ha inoltre pubblicato diversi saggi e contributi, in particolare in materia di diritto di famiglia, diritto delle successioni e tutela dei consumatori.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Privacy Policy