0796666000.jpg0796666000.jpg
Regole di validità e principio di correttezza nella formazione del contratto
SKU: 0796666000
D'Amico Giovanni
46,00 €

Isbn
8881143313
Collana:

"Univ.degli Studi di Reggio Calabria"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
34
Formato
17x24
Nr. Pagine
356
Mese Pubblicazione
Giugno
Anno Pubblicazione
1996
Il mercato finanziario, anche per effetto della normativa di derivazione comunitaria, è stato oggetto di una intensa attività di regolazione che, se per un verso ha inteso apprestare maggiore tutela al contraente investitore - mediante i principi dell'equilibrio delle posizioni contrattuali, della proporzionalità , della trasparenza e dei connessi obblighi informativi - sotto altro profilo richiede un maggiore impegno costruttivo per l'individuazione della disciplina applicabile. Il lavoro approfondisce il rapporto precontrattuale tra l'intermediario ed il risparmiatore/investitore, indagandone la natura nella particolare fattispecie del collocamento di strumenti finanziari (art. 1, comma 5, lett. c, d.lg. 24 febbraio 1998, n. 58) attraverso la sollecitazione all'investimento. La peculiarità della proposta contrattuale nella specifica fattispecie della sollecitazione esaminata, diretta ad incertam personam , sembra differenziare questo servizio d'investimento dagli altri caratterizzati dalla immediata stipulazione del «contratto quadro» - art. 23, d.lg. 24 febbraio 1998, n. 58 - e da un'accentuata «contrattualizzazione degli obblighi secondari informativi». La differente struttura del servizio di collocamento di strumenti finanziari determina una responsabilità dell'intermediario, soggetto «terzo» rispetto al rapporto emittente/risparmiatore, sul presupposto che la clausola generale di buona fede - art. 1337 c.c. - riespanda la propria operatività anche verso i «terzi» estranei alle «parti» contrattuali. La soluzione proposta muove da una rivisitazione del principio di relatività del contratto che consente l'estensione al «terzo»/intermediario degli obblighi previsti in tema di responsabilità precontrattuale tra le future «parti» del rapporto.

L'AUTORE

Giovanni D'Amico è attualmente ordinario di Istituzioni di diritto privato nella Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Reggio Calabria.
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.