NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
0798747000.jpg0798747000.jpg
Autonomia negoziale e clausole d'uso
SKU: 0798747000
Sciancalepore Giovanni
23,90 €

Isbn
8881146398
Collana:

"Univ.degli Studi di Camerino Pubblicazioni"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
83
Formato
17x24
Nr. Pagine
292
Mese Pubblicazione
Marzo
Anno Pubblicazione
1998
La vicenda degli usi, in generale, e delle clausole d'uso - in particolare - ha imposto di considerare l'autonomia negoziale non come momento di «fuga» dal diritto statuale quanto - piuttosto - come contesto in cui devono trovare attuazione i valori (indisponibili) qualificanti la legalità costituzionale. Tale premessa metodologica ha favorito il superamento di una sterile interpretazione grammaticale dell'art. 1340 c.c., a tutto favore di una ricostruzione garante - in primo luogo - della necessaria coerenza sistematica. Ne è derivata la centralità del requisito della volontà nei disponenti, intesa quale circostanza susseguente all'utile informazione raggiunta dalle parti e, in particolare, dal c.d. contraente debole. L'ipotesi esaminata, formulata de iure condendo, è stata animata dall'intenzione di evitare soluzioni favorevoli alla produzione di deprecabili effetti giuridici a sorpresa nell'à mbito contrattuale. Al contrario - in ragione di recenti interventi normativi di settore - si sarebbe paradossalmente legittimato un sistema, seppure limitatamente alla tematica oggetto d'indagine, «a due velocità »: da un lato, il legislatore speciale avrebbe relegato alle conseguenze della nullità le clausole con cui si rimandi agli usi in determinate contrattazioni; dall'altro, avrebbe dovuto ammettersi - ex art. 1340 c.c. - l'operatività degli usi negoziali in sola assenza di volontà contraria alla loro efficacia. La ricostruzione proposta in aderenza ad un ben preciso trend legislativo ha consentito, poi, di verificare la compatibilità delle argomentazioni formulate in ordine a taluni fenomeni particolari; si è così vagliata l'utilità di tracciare linee di confine tra le clausole d'uso, gli usi interpretativi, l'integrazione negoziale, gli usi aziendali, gli usi di borsa e gli usi bancari.

L'AUTORE

Giovanni Sciancalepore è dottore di ricerca in Diritto civile. Cura la rubrica «Abstracts» per la Rassegna di Diritto Civile. È autore di saggi, rassegne e commenti alla giurisprudenza.
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved