La successione a titolo particolare nel diritto controverso nel processo amministrativo
SKU: 7120174200
Gaspari Francesco
22,00 €

Isbn
9788849544121
Collana:

"Quaderni di Diritto e Processo Amministrativo" 
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
32
Formato
17x24
Mese Pubblicazione
Ottobre
Anno Pubblicazione
2020

L’istituto della successione a titolo particolare nel processo è fenomeno che si rende possibile per la insopprimibile dimensione cronologica del processo, di fronte alla quale l’ordinamento prevede che, qualora si verifichino determinati eventi – temporalmente collocati dopo l’instaurazione del giudizio, ma prima che questo sia definito –, segua un mutamento soggettivo di una delle parti. L’obiettivo della ricerca è l’analisi dell’istituto della successione a titolo particolare nel diritto controverso e, in particolare, la sua applicazione nel processo amministrativo, tenendo conto che nel codice di rito del 2010 (d.lgs. 2 luglio 2010, n. 104) l’istituto in parola non trova una specifica regolamentazione, diversamente da quanto accade nel processo civile, nel quale l’istituto in esame è disciplinato dall’art. 111 del relativo codice. Per comprendere la vigente disciplina ed operatività dell’istituto in esame – in generale e poi nel processo amministrativo – lo studio muove da una, pur breve, premessa storica, che si colloca nel XIX secolo ed ha come protagonisti i singoli Länder tedeschi prima dell’unificazione della Germania, per poi passare ad esaminare l’esperienza italiana, partendo dai codici del 1865. Le ricostruzioni sistematiche del regime sotteso ai §§ 265 e 325 della Zivilprozessordnung (ZPO) e all’art. 111 del codice di procedura civile del 1940 che si sono succedute in progresso di tempo in Germania e in Italia fanno perno prevalentemente sulla nota diatriba tra le tesi della rilevanza e dell’irrilevanza, a seconda che si consideri la successione intervenuta in corso di causa rilevante ovvero del tutto irrilevante per il processo pendente. La ricerca si propone pertanto di verificare se, ed eventualmente entro quali limiti, Relevanz e Irrelevanztheorie possano trovare cittadinanza nel processo amministrativo, sia sotto il profilo dogmatico sia sotto quello applicativo. Una volta affermata l’applicabilità dell’art. 111 c.p.c. anche nel processo amministrativo per il tramite dell’art. 39, comma 1, c.p.a., il lavoro ricostruisce il regime giuridico della successione a titolo particolare nel processo amministrativo.

L'AUTORE
Francesco Gaspari è professore associato di Diritto amministrativo presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli studi di Roma “Guglielmo Marconi”, nonché avvocato del libero foro, iscritto nell’Albo Speciale degli Avvocati ammessi al patrocinio dinanzi alla Corte di Cassazione ed alle altre Giurisdizioni Superiori.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Privacy Policy