NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
I giudizi nelle materie di contabilità pubblica
SKU: 7118125180
Santoro Pelino - Santoro Evaristo
102,00 €

Isbn
9788849536881
Formato
17x24
Nr. Pagine
900
Mese Pubblicazione
Luglio
Anno Pubblicazione
2018

La codificazione delle nuove regole dei giudizi contabili, per adeguarle ai principi del giusto processo, ha offerto una buona occasione per rivisitare gli istituti della responsabilità amministrativa e tutto il contezioso rientrante nella giurisdizione esclusiva della Corte dei conti, individuabile, secondo l’art. 103 Cost, in base alle materie di contabilità pubblica anziché per le posizioni soggettive tutelate. Nel nuovo quadro normativo le responsabilità e gli illeciti contabili, tuttavia, non sono più istituti di supplenza e rimedi punitivi della mala gestio, ma si inseriscono in un circuito più ampio che valorizza il sistema dei controlli soprattutto a livello locale e si raccorda con esso fornendo anche adeguati meccanismi giustiziali, a garanzia e tutela delle posizioni giuridiche degli enti interessati e, personalmente, degli amministratori, spesso colpiti da sanzioni pecuniarie per mere omissioni o ritardi. Il testo, dopo aver tratteggiato la fenomenologia dell’illecito contabile, quale fonte della responsabilità erariale per violazione dei doveri di servizio inerenti alla gestione amministrativa, con o senza maneggio di pubbliche risorse, e delineato i non sempre certi confini della relativa area giurisdizionale, ne analizza gli elementi e presupposti fondanti, soffermandosi gradualmente sulle nuove caratterizzazioni dell’azione pubblica di danno, nella fase preprocessuale e contenziosa, per poi esporre le varie figure di danno perseguibile, i rapporti con gli altri giudizi al limite del bis in idem, le novità del nuovo rito e del giudizio tipicamente sanzionatorio, le misure cautelari e i rimedi giustiziali di secondo grado, ivi compresi il ricorso in Cassazione per motivi di giurisdizione e il regolamento preventivo, con accenni ai giudizi incidentali di costituzionalità e pregiudizialità comunitaria e a quelli di attribuzione per eccesso di potere giurisdizionale. Nella seconda parte, dopo aver descritto i tradizionali giudizi contabili ad istanza di parte, vengono analizzati i nuovi giudizi nelle materie di contabilità pubblica, che si caratterizzano per essere centralizzati in unico grado, per aver infranto il dogma della insindacabilità degli atti di controllo e per aver aperto la via alla giustiziabilità anche di atti amministrativi pertinenti alla nuova dimensione delle materie di contabilità pubblica nel sistema dei conti di finanza pubblica.

GLI AUTORI
Pelino Santoro, Presidente onorario Corte dei conti, già docente di contabilità pubblica.
Evaristo Santoro, Dottore di ricerca, Avvocato.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved