0704C02040.jpg0704C02040.jpg
Diritto e beni culturali
SKU: 0704C02040
Radoccia Italo
33,00 €

Isbn
8889464003
Formato
17x24
Nr. Pagine
260
Mese Pubblicazione
Dicembre
Anno Pubblicazione
2004
Il patrimonio culturale della Nazione è oggetto di tutela giuridica fin dai 1939 ma la disciplina ha subito nei corso degli anni diversi interventi, fino all'attuale Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio approvato con decreto legislativo n. 74 del 2004. Principi cardine della disciplina sono la valorizzazione e la fruibilità universale dei beni culturali appartenenti al patrimonio degli italiani, che è tra i più ricchi del mondo per quantità e qualità di beni di interesse storico, archeologico e artistico. Ognuno di noi ha un vero e proprio diritto inviolabile a fruire dei patrimonio culturale, sia come singolo che come appartenente a una civiltà , la cui memoria è considerata un valore da conservare e tramandare ai posteri. Tuttavia, la riforma ultima, votata da una maggioranza politica a meno di 5 anni dall'entrata in vigore della normativa precedente, nasconde alcune insidie e il rischio di «inquinamento estetico e culturale». La possibilità da parte dello Stato e degli enti pubblici di vendere a terzi cose del patrimonio culturale, in deroga anche ai principio di inalienabilità dei beni demaniali, espone al pericolo di consegnare tali vestigia a un'ambigua gestione privata, e la cultura, valore primario dell'individuo e della collettività , potrebbe essere subordinata alle leggi totalitarie del mercato. È necessario, in un'epoca contrassegnata da individualismo edonistico e materialista, che vive staticamente in un presente vuoto di valori e prospettive, sensibilizzare le persone al bello dell'arte e alla memoria di una lunga e sofferta civiltà .

L'AUTORE

Italo Radoccia (Vasto 1967), laureato in Giurisprudenza alla LUISS di Roma, ha esercitato la professione di avvocato nel Foro di Vasto e dal 1999 è Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Crotone. Si è specializzato in diritto civile presso la Scuola di Camerino; è stato docente di diritto civile presso la Scuola di Applicazioni Forensi di Teramo e presso l'Università «Magna Graecia» di Catanzaro; attualmente è docente a contratto di materie giuridiche presso l'Università della Calabria di Cosenza. Collabora alle riviste «Giurisprudenza di Merito» e «Corti Calabresi». Ha pubblicato in collaborazione con l'avvocato Paolo Franceschetti due manuali giuridici: Corso di diritto ammnistrativo, Piacenza 2002 e Corso di diritto penale, Piacenza 2003.
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Privacy Policy