0796678000.jpg0796678000.jpg
Il contradditorio nel processo amministrativo
SKU: 0796678000
Migliorini Lorenzo
10,85 €

Isbn
8881143526
Collana:
Nr. Volume
69
Formato
17x24
Nr. Pagine
132
Mese Pubblicazione
Ottobre
Anno Pubblicazione
1996
Il riconoscimento di ampi poteri di direzione e di intervento d'ufficio, attribuiti al giudice amministrativo corrisponde all'imprenscindibile esigenza di un corretto e sollecito funzionamento della giustizia, finalità pubblicistica che caratterizza ogni processo di parti. La signoria di queste ultime attiene alla possibilità di dialogo in vista della formazione dell'atto giurisdizionale, ma non può incidere negativamente sullo svolgimento del processo nel senso di ritardare ingiustificatamente la tutela invocata. Si può dunque ampliare la contraddittorietà nel nostro processo, specie con riguardo alla ricerca della verità dei fatti ed alla formazione della prova, senza dover recepire acriticamente istituti previsti dal codice di rito.

L'AUTORE

Lorenzo Migliorini è titolare della cattedra di Diritto amministrativo presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Perugia. Ha pubblicato diversi lavori di diritto amministrativo sostanziale e processuale. Sotto quest'ultimo profilo vedi L'istruzione nel processo amministrativo di Legittimità , 1977, nonchè le voci Istruzione, Parti e Contraddittorio, nella Enciclopedia Giuridica, Treccani.
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Privacy Policy