NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
I principi fondamentali del diritto penale tra tradizioni nazionali e prospettive sovranazionali
SKU: 8015093150
Stile Alfonso Maria - Manacorda Stefano - Mongillo Stefano
28,00 €

Isbn
9788849530537
Collana:
"Associazione di studi penali e criminologici"
Vai alla collana >>>
Nr. Volume
3
Nr. Pagine
312
Formato
13x21
Mese Pubblicazione
Novembre
Anno Pubblicazione
2015

Il volume affronta alcuni snodi cruciali della recente evoluzione del diritto penale: il rapporto tra principi costituzionali in materia penale e strumenti sovranazionali, l’evolvere della legalità penale verso un assetto policentrico e reticolare, le opportunità e le insidie per le garanzie penalistiche classiche scaturenti dall’intersezione tra diritto penale e fonti europee; in definitiva, il profilarsi di uno statuto penale «multilivello» che ancora stenta a trovare equilibri stabili e appaganti. Su questi temi si sono cimentati, in occasione del conferimento del Premio Internazionale Silvia Sandano alla professoressa Mireille Delmas-Marty, insigni studiosi di diritto penale, italiani e stranieri. Il punto di vista critico che innerva l’intero volume appare una risorsa essenziale per una scienza penale che punti non solo alla razionalizzazione dell’esistente, ma all’armonica integrazione tra i principi fondamentali delle tradizioni nazionali e gli input sovranazionali, nell’ottica della massima promozione dei diritti umani e della pacifica convivenza sociale.

I CURATORI
Alfonso Maria Stile è emerito di diritto penale nell’Università Sapienza di Roma, Vicepresidente dell’Association Internationale de Droit Pènal (A.I.D.P.) e Preside dell’Istituto Superiore Internazionale di Scienze Criminali (I.S.I.S.C.) di Siracusa. È autore e curatore di numerose pubblicazioni scientifiche, tra cui Il giudizio di prevalenza o equivalenza tra le circostanze (1971); Omissione, rifiuto e ritardo di atti di ufficio (1974); Prospettive del nuovo processo penale: il progetto esposto e commentato (1978); Bene giuridico e riforma della parte speciale (1985); Amministrazione pubblica (delitti contro la) (1987); Responsabilità oggettiva e giudizio di colpevolezza (1989); Le discrasie tra dottrina e giurisprudenza in diritto penale (1991); La commisurazione della pena nel contesto attuale del sistema sanzionatorio (1991); La riforma della parte generale del codice penale: la posizione della dottrina sul progetto Grosso (2003); Corporate Criminal Liability and Compliance Programs. First Colloquium (2012).
Stefano Manacorda è ordinario di diritto penale nella Seconda Università di Napoli e visiting professor alla Queen Mary University di Londra. Ha svolto incarichi di ricerca e insegnamento in diverse università italiane ed europee, tra cui la Sorbonne di Parigi, il Collège de France, la Humboldt di Berlino, l’Università di Ginevra e la Bocconi di Milano. Collabora stabilmente con istituzioni italiane, straniere ed internazionali attive nel campo della politica criminale ed è autore o curatore di ventuno volumi e di oltre cento saggi scientifici. Le sue ricerche attuali investono i temi della costruzione di un sistema penale multilivello, dei nuovi paradigmi della responsabilità penale e della criminalità economica internazionale.
Vincenzo Mongillo è ricercatore e professore aggregato di diritto penale nella Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza. Ha svolto incarichi di ricerca e insegnamento in diversi atenei italiani, tra cui l’Università Sapienza di Roma e l’Università di Napoli Federico II, e ha partecipato a numerosi progetti di ricerca finanziati da enti pubblici italiani e sovranazionali, tra cui l’Unione europea. Autore o curatore di oltre cinquanta saggi scientifici e di vari volumi tra cui: La corruzione tra sfera interna e dimensione internazionale. Effetti, potenzialità e limiti di un diritto penale «multilivello» dallo Stato-nazione alla globalizzazione (2012); La responsabilità da reato degli enti collettivi: a dieci anni dal d.lgs. n. 231/2001. Problemi applicativi e prospettive di riforma (2013); Infortuni sul lavoro e doveri di adeguata organizzazione: dalla responsabilità penale individuale alla «colpa» dell’ente (2014).

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved