NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
La libertà fragile
SKU: 8614056140
Sica Salvatore - Giannone Codiglione Giorgio
16,00 €

Isbn
9788849528442
Collana:
"Diritto e Letteratura"
Vai alla collana >>>
Nr. Volume
4
Formato
17x24
Nr. Pagine
148
Mese Pubblicazione
Ottobre
Anno Pubblicazione
2014

Il legame tra capitalismo e liberalismo, iniziativa economica e libertà individuali, per come si è affermato negli ultimi secoli di evoluzione della civiltà occidentale, si trova ormai ad un punto di massima rottura. L’avvento delle tecnologie della comunicazione e dell’informazione, non più intese soltanto come un mezzo di scambio e diffusione di informazioni, ma come vere e proprie realtà autoreferenziali, che tuttavia permeano la vita di singoli e collettività, rappresenta un ineludibile terreno di indagine, che non va percorso secondo un modello settoriale e specialistico: urge una visione d’insieme. La «libertà tecnologica», ipotetica espressione di un «nuovo» diritto globale di manifestazione del pensiero, nasconde, infatti, altri e più oscuri quesiti: è giustificato, o meno, il prezzo della progressiva riduzione della tutela dei diritti fondamentali per conseguire, tra gli altri, il «ricavo» della comunicazione globale, incessante, ininterrotta? Ed ancora: è accettabile la proporzione diretta tra la crescita della Communication Society e l’incremento dell’opacità sugli attori e detentori della scena del «teatro globale»? Chi e come controlla l’incessante traffico di dati operato dai prestatori di servizi? E che uso ne fa? Le risposte sono molteplici ed ambigue, come ibrido ed eterogeneo è l’ambito in cui si muove la regola giuridica, alla ricerca di un nuovo equilibrio tra libertà economiche, interessi collettivi e prerogative individuali nell’era dell’Homo digitalis. E sullo sfondo appare una libertà sempre più «fragile».

GLI AUTORI
Salvatore Sica è professore ordinario di Diritto privato comparato presso l’Università degli Studi di Salerno. Tra le opere più significative in tema di diritto delle nuove tecnologie si ricordano: Il commercio elettronico. Profili giuridici (con G. Comandè), Torino 2002; Commercio elettronico e categorie civilistiche (con P. Stanzione), Milano 2002; La nuova disciplina della privacy (con P. Stanzione), Bologna 2004; Manuale di diritto dell’informazione e della comunicazione (con V. Zeno-Zencovich), Padova 2012-3°.
Giorgio Giannone Codiglione è dottore di ricerca in «Comparazione e diritti della persona» presso l’Università degli Studi di Salerno. Tra i saggi di recente pubblicazione si segnalano: Indirizzo IP, reti wi-fi e responsabilità per illeciti commessi da terzi, in Dir. inf., 1/2013; I social network sites e il labirinto delle responsabilità (con S. Sica),in Giur. merito, 12/2012.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved