NOTE! This site uses cookies and similar technologies .
This site uses cookies , including third parties : by clicking on ' I approve , continuing the navigation , making the scroll of the page or other interaction with the website , you consent to the cookies .
For more information or to refuse consent to all or some cookies, see the information .
0107121060.jpg0107121060.jpg
La scrittura che accende la scena - Studi e testi teatrali da Bracco a Troisi
SKU: 0107121060
Scognamiglio Giuseppina
24,00 €

Isbn
9788849513523
Collana:

"La Scrittura Teatrale. Studi e Testi"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
2
Formato
17x24
Nr. Pagine
320
Mese Pubblicazione
Ottobre
Anno Pubblicazione
2007
Confluiscono in questo volume gli ultimi contributi maturati nell'ambito della ricerca sulla letteratura teatrale a Napoli tra Otto e Novecento, finanziata dall'Assessorato all'università e Ricerca Scientifica della Regione Campania e svolta dal Dipartimento di Filologia Moderna "Salvatore Battaglia". Alla base dell'ideazione e della curatela di questo lavoro emerge quella medesima volontà di indagine pionieristica che anima la precedente silloge di studi, offerta ai lettori nel 2006 con il titolo Sullo scrittoio di Partenope. Persistendo in una rigorosa disamina della produzione drammaturgia napoletana, Giuseppina Scognamiglio e Pasquale Sabbatino qui coordinano e guidano un'èquipe di giovani studiosi con l'intenzione di illuminare i fondali, ancora bui, della città per antonomasia spettacolare. Difatti i diversi contributi muovono alla scoperta di autori tuttora inesplorati o addirittura mai letti, percorrono originali strade interpretative e osano nuove prospettive esegetiche anche nei confronti dei protagonisti acclarati e più ampiamente sondati della scena partenopea. (dalla presentazione di Dante Della Terza)

IL CURATORE

Giuseppina Scognamiglio insegna Letteratura italiana presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Napoli "Federico II". Ha dedicato i suoi studi e la sua ricerca, prevalentemente, alla cultura teatrale del Sei-Settecento e a Francesco Antonio Giusto, di cui ha curato la 'voce' per il Dizionario biografico degli Italiani (Roma 1994) e le edizioni delle tre opere teatrali: Li travagliati amori (Napoli 1983), La gioia (Pompei 1993) e La ghirlanda incantata (Pompei 1996). E' stata curatrice dei volumi Il Mezzogiorno da Scotellaro a oggi. Economia, Letteratura, Società (1996); Peppino De Filippo e la comicità nel Novecento (2005). Sullo scrittoio di Partenope. Studi teatrali da Mastriani a Viviani. Oltre a saggi su Giordano Bruno, Carlo Celano, Eleonora Pimentel de Fonseca, Raffaele Viviani, Edoardo De Filippo, ha pubblicato i volumi: Ritratti di donna nel teatro di Carlo Goldoni (2002), "Nel mondo mutabile e leggiero". Torquato Tasso e la cultura del suo tempo (2003, insieme con Dante Della Terza e Pasquale Sabbatino); L'universo poetico di Morioni (2004; III rist. 2007) e Per il capolavoro ripassi domani. Studi sull'ultima narrativa pirandelliana (2004). Coordinatrice di laboratori di scrittura teatrale, fa parte del Collegio docenti del Master di II livello in Letteratura, scrittura e critica teatrale dell'Ateneo federiciano. Dirige la collana La scrittura teatrale. Studi e testi.
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved