0203322000.jpg0203322000.jpg
Il concetto creativo e dialettico dello spirito nei dialoghi italiani di Giordano Bruno
SKU: 0203322000
Ulliana Stefano
19,00 €

Isbn
8849506120
Formato
14x21
Nr. Pagine
148
Mese Pubblicazione
Ottobre
Anno Pubblicazione
2003
Le argomentazioni presentate ne Il concetto creativo e dialettico dello Spirito nei Dialoghi Italiani di Giordano Bruno (Il confronto con la tradizione neoplatonico-aristotelica: il testo bruniano De l'Infinito, Universo e mondi) costituiscono le conclusioni ultime e definitive di un lavoro di ricerca che ha investito l'insieme dei Dialoghi Italiani, riuscendo a reperire ed a far emergere quello che pare il nucleo più profondo ed importante - il vero e proprio elevato fondamento - della speculazione bruniana: la presenza attiva di un concetto triadico teologico-politico - il Padre, il Figlio e lo Spirito della tradizione trinitaria cristiana - però riformulato attraverso il capovolgimento rivoluzionario di questa stessa tradizione, attuato attraverso il concetto creativo e dialettico dell'infinito. In questo modo la stessa tradizione platonica pare subire una trasformazione essenziale, abbandonando qualunque forma di alienazione e negazione, per riaprirsi invece verso soluzioni che paiono riprendere moniti ed osservazioni suscitati dalle prime, grandi e maestose, speculazioni dei filosofi presocratici. Parmenide, Eraclito ed Empedocle sembrano rivivere nei testi bruniani, riproponendo una soluzione ben diversa a quei nodi e problemi teoretico-pratici - fondamentale il rapporto Uno-molti e tutto ciò che da esso consegue, sia sul piano naturale che politico - apparentemente risolti e codificati dal pensiero postsocratico, prima platonico e poi aristotelico.

L'AUTORE

Stefano Ulliana ha conseguito la laurea in filosofia (1993) e il titolo di Dottore di Ricerca in filosofia (2002) presso l'Università degli Studi di Padova con due tesi successive sul pensiero di Giordano Bruno. La prima - intitolata La metalogicità dell'Ars memoriae brurziano - traduceva e commentava l'ars memoriae che è parte integrante e preponderante del testo usualmente noto con il titolo De umbris idearum; la seconda - che ha per titolo Il concetto creativo e dialettico dello Spirito nei Dialoghi Italiani di Giordano Bruno. Il confronto con la tradizione neoplatonico-aristotelzca: il testo bruniano De l'Infinito, Universo e mondi - cercava di innovare la prospettiva degli studi bruniani presentando in chiave teologico-politica e razionale- naturale il fondamento della speculazione del filosofo di Nola. Dalla tesi di dottorato, dalle sue conclusioni ultime e definitive, sono state tratte le argomentazioni presentate in questo testo, che rappresentano il compimento di una più che decennale ricerca filosofica sui testi del filosofo nolano, iniziata con i primi libri latini e poi proseguita con l'analisi ed il commento scritto delle opere in volgare.
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTE! This site uses cookies and similar technologies .
This site uses cookies , including third parties : by clicking on ' I approve , continuing the navigation , making the scroll of the page or other interaction with the website , you consent to the cookies .
For more information or to refuse consent to all or some cookies, see the information .
 Privacy Policy