0899283000.jpg0899283000.jpg
Marketing e territorio - Problematiche di competitività e coesione nei processi di territorializzazione
SKU: 0899283000
Paradiso Maria
38,00 €

Isbn
8881148927
Collana:

"Univ. degli Studi del Sannio. Sezione economica"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
6
Formato
17x24
Nr. Pagine
296
Mese Pubblicazione
Ottobre
Anno Pubblicazione
1999
Crisi fiscali, il mito della ipermobilità del capitale, lo smantellamento del welfare, la commistione pubblico-privato nei processi di trasformazione del territorio, sono gli elementi sottostanti le costituende forme di organizzazione territoriale. In questo scenario, la ricerca, partendo dalla decodifica dei processi politico-territoriali di trasformazione urbana e regionale e dalla problematizzazione dell'approccio di pianificazione territoriale adottato - il marketing territoriale -, fornisce un contributo per l'individuazione e l'interpretazione di emergenti modalità di agire territoriale e dei risultati in termini di nuove territorialità . L'incertezza di un dibattito teorico pressocchè agli inizi e lo sbilanciamento di posizioni teoriche che appaiono in parte irragionevoli, perchè ritagliate su una realtà empirica soprattutto anglo-sassone, spingono al ricorso del metodo della comparazione dei casi e al livello di indagine urbana. Il metodo di comparazione di casi multipli (Londra, Sheffield, Birmingham, Dortmund, Rotterdam, Amsterdam ...), condotto attraverso una griglia analitica comune, fornisce risultati molto utili per rendere comparabili contesti per altri versi altamente differenziati e rendere conto delle specifiche strutturazioni territoriali in presenza di stimoli generalizzati. La griglia analitica ruota intorno alla concezione del territorio come mediazione di comportamenti, ossia complesso di specificità e percezione delle stesse da parte dei soggetti decisionali che elaborano, a proprio modo, tendenze generali e spinte di riorganizzazione del locale. Nei processi di trasformazione territoriale è fondamentale rendere conto di come concretamente i soggetti si attivino rispetto alle variabili fondamentali di mutamento costituite da: capitale, terra e capacità di accesso alle risorse. In questo senso, la nodalità del territorio può contribuire a realizzare un auspicato ruolo per i geografi (Hoggart, 1991, p. 296) secondo il quale «i geografi politici potrebbero aiutare i loro colleghi facendo luce sulla varietà di legami causali e manifestazioni empiriche che esistono tra luogo, sistema politico e pratiche politiche».

L'AUTORE

Maria Paradiso, Master in Pianificazione Territoriale e Mercato Immobiliare presso Corep-Politecnico di Torino, Dottore di Ricerca in Geografia Politica, è ricercatrice di Geografia Politica ed Economica e docente di Pianificazione e Organizzazione Territoriale presso la Facoltà di Economia dell'Università del Sannio. Ha svolto attività scientifica, discutendo lavori anche in sede internazionale, sui telai dei sistemi informativi geografici, della pianificazione territoriale strategica e negoziata, dello sviluppo delle aree interne del Mezzogiorno, dell'innovazione territoriale.
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTE! This site uses cookies and similar technologies .
This site uses cookies , including third parties : by clicking on ' I approve , continuing the navigation , making the scroll of the page or other interaction with the website , you consent to the cookies .
For more information or to refuse consent to all or some cookies, see the information .
 Privacy Policy