NOTE! This site uses cookies and similar technologies .
This site uses cookies , including third parties : by clicking on ' I approve , continuing the navigation , making the scroll of the page or other interaction with the website , you consent to the cookies .
For more information or to refuse consent to all or some cookies, see the information .
0786221000.jpg0786221000.jpg
I diritti delle donne nella società altomedievale
SKU: 0786221000
Guerra Medici Maria Teresa
27,70 €
not available Notify Me

Collana:

"Ius Nostrum"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
4
Formato
17x24
Nr. Pagine
328
Mese Pubblicazione
Giugno
Anno Pubblicazione
1986
Se la condizione della donna è una spia attendibile della qualità di una società e dell'armonico equilibrio delle forze che la compongono, allora il mondo medievale ci riserva delle sorprese. Un attento esame delle fonti giuridiche, le leggi e i documenti di ogni genere: contratti, testamenti, ecc., impone una revisione del persistente mito della subordinazione della donna medievale. La rinascita dell'Europa, che si fa evidente nel corso del XII secolo, avvenne anche per il contributo di tutte le donne: regine, dame o contadine, che nei secoli precedenti impiegarono energie e capacità in compiti quotidiani e straordinari richiesti da una società non ancora rigidamente istituzionalizzata secondo schemi e strutture che, in epoche successive e « più evolute », cristallizzeranno la posizione della donna in un ruolo subalterno in nome di una accentuata fragilitas sexus.

L'AUTORE

Maria Teresa Guerra Medici
vive e lavora a Roma come assistente ordinario presso la cattedra di Storia del diritto italiano della facoltà di Giurisprudenza della « Sapienza ».
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved