NOTE! This site uses cookies and similar technologies .
This site uses cookies , including third parties : by clicking on ' I approve , continuing the navigation , making the scroll of the page or other interaction with the website , you consent to the cookies .
For more information or to refuse consent to all or some cookies, see the information .
0703064000.jpg0703064000.jpg
Diritto, stato, sovranità. Il pensiero politico-giuridico di Emer de Vattel tra assolutismo e rivoluzione
SKU: 0703064000
Mancuso Francesco
49,00 €

Isbn
8849505825
Collana:

"Univ.degli Studi di Salerno Dip. Teoria e Storia del Diritto"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
3
Formato
17x24
Nr. Pagine
384
Mese Pubblicazione
Luglio
Anno Pubblicazione
2002
La vicenda dello Stato moderno è caratterizzata, nel XVIII secolo, dalla neutralizzazione dei contrasti religiosi e dal consolidamento assolutistico della sovranità , ma anche dalla moralizzazione illuministica e prerivoluzionaria della politica interna. La ricerca ha inteso analizzare la definizione teorica di questi aspetti apparentemente contraddittori dell'evoluzione della statualità nel pensiero di Emer de Vattel (1714-1767), filosofo, giurista e diplomatico svizzero, il quale, insieme alla formulazione di elementi fondamentali del lessico che sarà proprio della Rivoluzione francese (nazione, rappresentanza, costituzione), elaborò una delle teorie delle relazioni interstatuali e della limitazione della guerra tra le più significative del moderno giusnaturalismo. In appendice sono riportati tre brevi saggi di Vattel.

L'AUTORE

Francesco Mancuso
è ricercatore di Filosofia del diritto e incaricato di Teoria dell'interpretazione presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Salerno. È autore di Gaetano Mosca e la tradizione del costituzionalismo (Napoli 1999).
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved