NOTE! This site uses cookies and similar technologies .
This site uses cookies , including third parties : by clicking on ' I approve , continuing the navigation , making the scroll of the page or other interaction with the website , you consent to the cookies .
For more information or to refuse consent to all or some cookies, see the information .
0795589000.jpg0795589000.jpg
Giudice regale - L'ordinamento giuridico italiano tra certezza e giustizia
SKU: 0795589000
Marini Gaetano
9,60 €

Isbn
8871049543
Collana:

"La Crisalide"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
19
Formato
13,5x20
Nr. Pagine
142
Mese Pubblicazione
Gennaio
Anno Pubblicazione
1995
«Giudice regale». L'espressione platonica, che ricorre, curiosamente ma significativamente, in una ben nota sentenza della Corte di Cassazione, con la quale veniva ridimensionata la pretesa del Consiglio di Stato d'essere titolare di una singolare giurisdizione sui decreti delegati, viene qui usata per rappresentare una serie originale di riflessioni sul fenomeno delle sentenze praeter o contra Iegem. Frutto di sondaggi, penetranti e suggestivi, negli ambiti più diversi dell'esperienza giuridica italiana, da quella costituzionale all'amministrativa alla penale, tra diritto nazionale e internazionale, l'opera muove dalla definizione del nodo teoretico che sembra stare alla base e che viene individuato nella affermazione della centralità del giudice sulla centralità della legge. Stigmatizzando il solo apparente anti-formalismo di questa posizione, esposta peraltro ai rischi di un decisionismo senza confini, l'autore, conclusivamente, provoca i giudici a riconoscere la misura del loro operare nella legge, intesa come principio regolatore dell'ordinamento piuttosto che come incarnazione dell'ordine. Per superare il mito della incomunicabilità di certezza e giustizia.

L'AUTORE

Gaetano Marini
, magistrato, è autore di vari saggi, tra cui Widar Cesarini Sforza. Tra idealismo e positivismo giuridico (Padova 1980); Giuseppe Maggiore. L 'interferenza di filosofia e diritto (Napoli 1983); Introduzione a «Teoria delle pene e delle ricompense di J. Bentham» (Roma 1985) nonchè Giuseppe Bettiol. Diritto penale come filosofia (Napoli 1985), di cui è apparsa una riedizione integrata con un'appendice sul nuovo processo penale (Napoli 1992). collabora alla «Rassegna della giustizia militare» e alla «Rivista internazionale di filosofia del diritto».
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved