NOTE! This site uses cookies and similar technologies .
This site uses cookies , including third parties : by clicking on ' I approve , continuing the navigation , making the scroll of the page or other interaction with the website , you consent to the cookies .
For more information or to refuse consent to all or some cookies, see the information .
0794563000.jpg0794563000.jpg
«Usu» in manum convenire
SKU: 0794563000
Piro Isabella
24,00 €

Isbn
8871048822
Collana:

"Univ.degli Studi di Reggio Calabria"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
24
Formato
17x24
Nr. Pagine
190
Mese Pubblicazione
Giugno
Anno Pubblicazione
1994
L'ingresso della nupta «loco filiae» nel gruppo agnatizio del marito per effetto di una convivenza prolungata nel tempo non si verificava - a giudizio dell'a. - come conseguenza di un'applicazione alla donna del principio acquisitivo dell'usucapione, ma come effetto di una vicenda del tutto speciale. L'indagine si snoda attraverso l'analisi del ruolo della donna nelle diverse modalità di realizzazione della conventio in manum e dei relativi effetti, per mettere in evidenza, da un lato, la partecipazione a quegli atti (confaerratio e coemptio) della stessa come soggetto e non oggetto di essi e, dall'altro, la specificità della condizione di uxor in manu rispetto a quella di filia in protestate. Alla luce delle conclusioni conseguite, l'a. affronta l'esegesi di Gai. 1.111, del quale propone un'interpretazione originale che sembra sottrarre il testo alle interne difficoltà .

L'AUTORE

Isabella Piro
(1963) è ricercatrice nella Facoltà di Giurisprudenza di Catanzaro, nella quale insegna, per affidamento, Diritto romano. Autrice di altri scritti in Riviste romanistiche internazionali, cura anche il coordinamento di redazione della Rivista «Panorami» che si pubblica sotto gli auspici della Facoltà giuridica di Catanzaro.
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved